lunedì 05 dicembre | 12:22
pubblicato il 12/gen/2013 12:47

Elezioni: Frattini, un errore regalare l'intero Nord al Carroccio

Elezioni: Frattini, un errore regalare l'intero Nord al Carroccio

+++Lega egoista e macro-Regione una follia+++.

(ASCA) - Roma, 12 gen - ''La macro-regione che ha in testa la Lega e' una follia, una contraddizione insanabile con gli Stati Uniti d'Europa e con la visione del Partito popolare europeo. Il Pdl da che parte sta? Presto il Ppe vorra' capire''. Lo ha detto l'ex ministro degli Esteri Franco Frattini intervistato da 'Avvenire' rivolgendo un appello a Berlusconi: ''Berlusconi non si isoli e non permetta che gli egoismi della Lega infanghino la sua storia solidaristica ed europeistica. Il Pdl e' la forza maggiore: all'Italia non fa bene essere rappresentata in Parlamento da una coalizione che parli con i toni del Carroccio''. ''Tanti nel Pdl -aggiunge Frattini- sono fermamente contrari a regalare l'intero Nord alla Lega. E tanti ammettono, sottovoce, che siglare quell'intesa e' stato un errore imperdonabile. E' imperdonabile tornare all'idea di separare l'Italia creando un'area in cui si trattengono le imposte fino al 75 per cento. Ed e' imperdonabile non capire che cosi' si drenano risorse a scapito delle regioni piu' povere. O peggio, capirlo e anzi teorizzarlo. Cosi' si passa il limite, cosi' si da' spazio a una visione egoistica del federalismo e si sfregiano i principi di solidarieta' del Ppe''. Per Frattini ''la Lega vuole autonomizzarsi. Vuole conquistare l'area che con la Baviera e' la piu' produttiva d'Europa. Vuole governarla e cosi' rendersi autonoma''.

''In queste ore vedo silenzi -ha detto ancora Frattini- che fatico a capire. Quando sento che la Lega minaccia di rifiutare l'apparentamento con una lista politica solo perche' ha il nome dell'inno nazionale e vedo i miei colleghi di Fratelli d'Italia incapaci di qualsiasi reazione, penso che c'e' qualcosa che non va. Sarebbe stato bene se avessero messo il Carroccio nell'angolo''. Riferendosi alle manifestazioni di insofferenza verso l'Ue e in particolare verso la Germania, Frattini ha aggiunto: ''Il Ppe non entrera' mai a gamba tesa nelle elezioni italiane. Ma c'e' molto da rivedere nel Pdl e nella Lega: la Germania va aiutata a progredire verso una maggiore solidarieta' europeista, non serve a nulla puntare l'indice contro Berlino come ho visto fare a Maroni e a Brunetta con toni assolutamente inaccettabili''. ''Certo il Ppe puo' 'processare' la macroregione: puo' chiedere conto al Pdl di cosa sta succedendo. La Lega non e' parte del Ppe, ma il Pdl si'. E se la macroregione diventasse un progetto politico sarebbe inevitabile -dice Frattini- una contestazione politica del bureau politico del Ppe, che avrebbe il dovere di esaminare il caso nel dettaglio. Quando l'ex cancelliere austriaco Schussel diede vita al governo con Haider, il bureau si riuni' per chiedere conto dei propositi razzisti del leader della Carinzia''. min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari