martedì 28 febbraio | 06:53
pubblicato il 19/gen/2013 11:06

Elezioni: Finocchiaro, serve responsabilita' di tutti non solo del Pd

Elezioni: Finocchiaro, serve responsabilita' di tutti non solo del Pd

+++Appello ad Ingroia per la Lombardia: Pensi a cosa significa per l'Italia+++.

(ASCA) - Roma, 19 gen - ''Io penso che questa campagna elettorale sia attraversata da un rischio gravissimo e che questo imponga una responsabilita' in piu'''.

Lo afferma Anna Finocchiaro, presidente dei senatori Pd, in una intervista all'Unita' spiegando che il rischio e' il ritorno sulla scena, in primo piano, di Silvio Berlusconi e della Lega. ''Vedo che, per esempio, molti mettono in discussione che il partito che prende piu' voti esprima il presidente del Consiglio. Si sentono fare discorsi ambigui -dice Finocchiaro- sul fatto che qualora il Pd non avesse la maggioranza anche al Senato tutto potrebbe tornare in discussione. L'impressione che si da' e' insomma che ci sia una sorta di alea sulla promessa fondamentale che ogni forza impegnata a combattere Berlusconi deve poter fare agli italiani: la promessa che domani ci sara' un governo stabile e coeso. Una promessa che e' anche la premessa minima per poter pensare di affrontare i problemi che abbiamo davanti, data la condizione in cui si trova il Paese''.

E sulle accuse al Pd di cavalcare il 'voto utile' la Presidente dei senatori del Pd replica: '' Io dico sempre che il Pd, che e' il piu' grande partito rimasto sulla scena, deve comportarsi come un elefante che non si innervosisce per un topolino. Noi dobbiamo stare sereni, anche nella discussione piu' aspra. Non possiamo mettere in dubbio, nell'area di centrosinistra, ma anche tra i moderati che si oppongono al berlusconismo, il fatto che l'Italia non deve essere riconsegnata a Pdl e Lega, ne' che l'Italia debba avere un governo forte. Questi sono i due punti fermi su cui misurare ogni giorno comportamenti e strategie''. Sulle polemiche di Grillo sui sindacati la Finocchiaro commenta: ''E' un'idea che trovo molto distante non solo dalle nostre, ma da quelle che circolano in tutte le democrazie occidentali. Del resto Grillo ce l'ha sempre avuta con il principio di rappresentanza: basta vedere come gestisce il suo partito. Bene ha fatto Bersani a mettere tutti in guardia dalla deriva dei partiti personali''. Anna Finocchiaro conclude rivolgendo un appello a Ingroia: ''E' evidente che la Lombardia e' una Regione strategica per il Paese. Mi chiedo se non sia possibile tenere aperto uno spazio di riflessione responsabile sul fatto che in Lombardia la presentazione della lista di Rivoluzione civile guidata da Ingroia non solo alla Camera, ma anche al Senato, dove quasi certamente non raggiungerebbe nemmeno il quorum, potrebbe consegnare i seggi decisivi a Berlusconi e alla Lega, con tutto cio' che questo comporterebbe per l'Italia''.

com-min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech