domenica 22 gennaio | 23:35
pubblicato il 02/gen/2013 12:53

Elezioni: Finocchiaro (Pd), Monti faccia attenzione all'antipolitica

Elezioni: Finocchiaro (Pd), Monti faccia attenzione all'antipolitica

(ASCA) - Roma, 2 gen - ''Leggo e ascolto con molto interesse quello che il professor Monti dice riguardo al futuro dell'Italia. Lui sa bene che abbiamo condiviso in questi mesi una esperienza di governo difficile e impegnativa. E siamo convinti di aver fatto la scelta giusta, necessaria per aiutare il paese ad avviarsi sulla strada di una lenta ripresa. Una delle chiavi del successo di quel governo e' stata aver guardato con realismo alla realta' del nostro paese. La prossima competizione elettorale deve essere ispirata allo stesso realismo. L'Italia non ha bisogno di favole, di false promesse, ne' tanto meno di demagogia e di antipolitica. Questo e' stato anche il senso dell'appello lanciato da Giorgio Napolitano nel sul ultimo messaggio al paese. Ora il professor Monti ha scelto di 'salire' in politica''. Lo dichiara in una nota Anna Finocchiaro. ''Noi rispettiamo la sua scelta - prosegue - convinti che il suo contributo di competenze sara' utile all'Italia. Noi abbiamo le nostre ricette per il paese. Ci confronteremo con civilta' perche' proposte, spesso diverse, possono aiutare i cittadini italiani ad uscire dalle difficolta'. Facciamo per questo molta attenzione, tutti, anche il professor Monti, a non farsi prendere la mano da demagogia e antipolitica.

Promettere riduzioni sostanziose del carico fiscale, fare di tutta un erba un fascio, affermando, proprio in questo momento di difficolta', in cui c'e' chi sta peggio di altri, che destra e sinistra sono concetti superati, o addirittura accusare i partiti di arroccarsi nei loro privilegi ci sembra sbagliato e fuorviante. Il realismo ci impone di guardare la realta' con sincerita'. E le scelte non sono mai neutre.

Evitiamo allora tutti di dipingere i partiti come tutti uguali, interessati solo a difendere la casta, e magari chiusi nel loro fortino. Non mi sembra che le prime mosse della coalizione di centro siano ispirati da particolari novita' o innovazioni. I vertici con tante sigle non sono una grande novita'. E nemmeno l'evocazione di un nome del leader dentro un simbolo. Magari e' piu'' innovativo confrontarsi con i cittadini come ha fatto il Pd con le primarie''. ''E Monti sa anche bene che i tagli alla casta sono stati fatti, grazie anche al suo governo. Ma sa anche bene che la politica deve vivere anche del finanziamento dei cittadini, pena il fatto che possano fare politica solo coloro che se lo possono permettere. Io credo che tutti noi dovremo evitare in campagna elettorale di lasciarci andare a toni e argomenti che possono solleticare sentimenti di pancia. E' un appello che mi sento di rivolgere anche al professor Monti'', conclude il capogruppo del Pd al Senato.

com-gar/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4