domenica 11 dicembre | 14:51
pubblicato il 26/feb/2013 19:28

Elezioni: Enrico (Fare), siamo pronti a prossime sfide

Elezioni: Enrico (Fare), siamo pronti a prossime sfide

(ASCA) - Roma, 26 feb - ''Per Fare adesso e' il momento di pensare al domani. Queste elezioni non sono un punto di arrivo, sono il nostro punto di partenza. Fino a ieri non c'eravamo: oggi esistiamo. La nostra e' stata una corsa meravigliosa: ci siamo impegnati fino in fondo, abbiamo sacrificato il nostro tempo, le nostre energie, la nostra vita personale per dare vita a un sogno. Lo abbiamo detto fin dall'inizio: noi siamo qui per restare. Adesso dobbiamo costruire la nostra casa, con quei princi'pi di merito, democrazia e trasparenza che sono la nostra bandiera e che abbiamo dimostrato di saper e voler applicare anzitutto a noi stessi. Il nostro impegno continua, a partire dalle prossime elezioni locali ed europee. Non sappiamo quanto potra' durare questa legislatura, ma sappiamo che, quando sara' il momento, noi saremo pronti''. Lo dichiara in una nota Silvia Enrico, coordinatrice nazionale Fare per fermare il declino.

''Il paese ha di fronte mesi difficili. Il voto degli italiani, che e' stato nel senso della massima polarizzazione, ha paradossalmente prodotto un Parlamento massimamente ingovernabile. Questo risultato e' frutto del porcellum: una legge maledetta che noi stessi abbiamo fortemente criticato, e che e' ingiusta - come abbiamo imparato sulla nostra pelle - fin dalla fase della composizione delle liste e della raccolta delle firme. Le maggiori forze politiche devono oggi avere, se non la responsabilita', almeno la dignita' di riscrivere rapidamente la legge elettorale. Non guardando al loro presunto interesse di breve termine, ma interrogandosi su quale sia la ''formula'' migliore per l'Italia - prosegue Enrico -. Il nuovo governo di grande coalizione dovra' pure porsi un altro problema: come gestire la nave italiana nella tempesta di sfiducia che gia' oggi si e' abbattuta su di noi. Per quel che ci riguarda, riproponiamo la soluzione che gia' avevamo avanzato in campagna elettorale: chiedere l'attivazione dello scudo antispread. Dobbiamo chiederlo prima di averne urgentemente bisogno, prima che sia troppo tardi.

Alle prossime elezioni ci saremo: e ci saremo con la certezza di aver fatto ordine in casa nostra e di aver convogliato l'entusiasmo di decine di migliaia di persone in un progetto capace di intercettare una fetta importante dell'elettorato''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
## Renzi si ritira, "Doloroso, ma necessario"
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Al via totoministri, possibili conferma Boschi e arrivo Fassino
Governo
Di Maio:no M5s altri governi,Renzi dovrebbe sparire da politica
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina