sabato 21 gennaio | 23:22
pubblicato il 21/feb/2013 17:45

Elezioni: Damiano (Pd), errori Monti pesanti eredita' per nuovo governo

Elezioni: Damiano (Pd), errori Monti pesanti eredita' per nuovo governo

(ASCA) - Roma, 21 feb - ''L'errore compiuto da Monti, che ha fatto da regista alle riforme delle pensioni e del mercato del lavoro, e' stato quello di puntare esclusivamente sul rigore e sull'abbattimento del debito, nonostante le dichiarazioni fatte al momento del suo insediamento che parlavano anche di sviluppo ed equita' sociale. Il ministro Fornero fa bene a ritenere inappropriato il termine esodati: noi preferiamo parlare di tutti coloro che sono rimasti senza reddito a seguito della riforma delle pensioni. Oltre i 130 mila gia' salvaguardati, il problema andra' gradualmente risolto rifinanziando il fondo costituito appositamente con l'ultima legge di stabilita'''. Lo dichiara in una nota Cesare Damiano. ''E' sbagliato - prosegue l'ex ministro del Lavoro - nascondersi oggi dietro le favole dei dati giusti o dei dati mancanti, peraltro forniti dall'Inps: ci sarebbe invece dovuto mantenere nella riforma ma un principio di gradualita'. Noi avevamo avvertito il ministro, gia' nel dicembre del 2011, che la soppressione brutale delle quote di anzianita' avrebbe provocato questo fenomeno: e' evidente che spostare di 5 o 6 anni in avanti il traguardo della pensione senza percepire la situazione reale fatta di autolicenziamenti in buona fede di persone prossime alla pensione, e' stato un errore molto grave e riconosciuto dallo stesso ministro''. Conclude il capogruppo del Pd nella commissione Lavoro della Camera: ''Una pesante eredita' per il nuovo governo. Del resto, se si fa cassa con le pensioni, come ha scelto di fare Monti, la strada rimane tracciata e soltanto la nostra battaglia, che ha corretto per ben tre volte la riforma, ha attenuato ma non risolto il grande disagio sociale provocato. Secondo la Ragioneria dello Stato dalle pensioni si ricavera', tra il 2020 e il 2060, un risparmio di circa 350 miliardi di euro: una cifra mostruosa che colpisce lo stato sociale''. com-gar/sam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4