lunedì 05 dicembre | 17:32
pubblicato il 04/feb/2013 15:42

Elezioni: Csm chiede clima sereno e non strumentalizzazione...(1 upd)

(ASCA) - Roma, 4 feb - Abbassare i toni della campagna elettorale ed evitare di strumentalizzare ogni evento, anche giudiziario in cui siano coinvolti politici. Un clima sereno che puo' esistere solo se evitano interferenze tra vicende processuali e politiche. E' l'invito che arriva dal Comitato di Presidenza del CSM, composto dal Vice Presidente Michele Vietti, dal Primo Presidente e dal Procuratore Generale della Corte di Cassazione Ernesto Lupo e Gianfranco Ciani riunitosi, come spiega una nota, ''in relazione alle invocazioni rivolte da alcuni esponenti politici al CSM perche' intervenga sulle vicende delle udienze del Tribunale e della Corte d'Appello di Milano''.

Nella nota si legge innanzitutto che ''non compete al Comitato di Presidenza intervenire sul merito di singole vicende processuali ne' sulla gestione delle udienze da parte dei presidenti di collegi giudicanti''. In secondo luogo, ''eventuali valutazioni sul comportamento di singoli magistrati o di un ufficio giudiziario competerebbero comunque al Consiglio nelle sue articolazioni di commissione e di plenum''. Il Comitato di Presidenza, si precisa inoltre, nella sua funzione di promozione delle attivita' consiliari, puo' far ricorso ad auspici''. Si nota poi che la contingenza attuale registra ''l'apice della campagna elettorale e il conseguente rischio di strumentalizzazione di ogni evento, anche giudiziario, in cui siano coinvolti protagonisti della vita politica''. E' quindi ''auspicabile che sia assicurato il clima piu' sereno per lo svolgimento della competizione elettorale, evitando nei limiti del possibile interferenze tra vicende processuali e vicende politiche''. Come ''e' auspicabile - continua il Comitato di presidenza del Csm - ogni condotta che, nel rispetto della legge e delle norme processuali, aiuti la celebrazione sia dei processi sia della consultazione elettorale in condizioni di massima serenita'''.

Infine, ''preso atto del dibattito in corso in ordine alle iniziative giudiziarie di uffici del pm e delle perplessita' da piu' parti sollevate in ordine alla sovrapposizione di plurimi interventi giudiziari, delibera l'apertura di una pratica presso la VI commissione aventi ad oggetto: ''eventuali modifiche della disciplina processuale di cui all'articolo 9 del codice di procedura penale''.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari