domenica 04 dicembre | 19:41
pubblicato il 21/gen/2013 20:59

Elezioni: Cosentino fuori, giallo su liste Campania. Pdl, tutto regolare

Elezioni: Cosentino fuori, giallo su liste Campania. Pdl, tutto regolare

(ASCA) - Roma, 21 gen - Nicola Cosentino non sara' candidato in Parlamento nelle liste del Pdl. E' il responso di una trattativa portata avanti a oltranza tra lo stesso ex sottosegretario e i vertici del partito. Dopo la riunione della scorsa notte a palazzo Grazioli sembrava che Cosentino ce l'avesse fatta ad avere il via libera, ma in mattinata tutto e' cambiato e nel pomeriggio sono iniziate a trapelare le prime indiscrezioni, che davano l'esponente del Pdl campano, indagato in concorso esterno in associazione camorristica, per escluso. Alla fine, nel lungo e travagliato braccio di ferro, sembra aver avuto la meglio Angelino Alfano. Non ricandidare Cosentino - spiega il segretario del Pdl - e' stata ''una scelta giusta fondata sulla inopportunita' da noi considerata grave. Questo non significa che abbiamo abbandonato la nostra fede nel principio di non colpevolezza fino a giudizio definitivo o la nostra idea che lui sia innocente''. Fuori dalle liste, tra gli altri, anche se per motivi diversi (''scelta personale'' e ritiro preventivo), Claudio Scajola, Marcello Dell'Utri e Marco Milanese, in passato consulente dell'ex ministro Giulio Tremonti, coinvolto in alcune inchieste giudiziarie.

La reazione di Cosentino - secondo quanto riferito da alcune fonti - sarebbe stata quella di sottrarre le liste con gli atti di accettazione delle candidature per il Senato e per le circoscrizioni Campania 1 e 2 alla Camera. Si e' aperto cosi' un giallo sulle liste campane. Immediata, nel pomeriggio, e' la smentita del partito. ''Tutta la documentazione e' nelle mani del commissario regionale della Campania, senatore Francesco Nitto Palma, che sta provvedendo al deposito.

Operazioni di deposito dei documenti che stanno avvenendo regolarmente in tutta Italia'', spiega una nota.

Sempre nel pomeriggio l'ufficio stampa del Pdl ha comunicato le liste depositate. Berlusconi e' confermato capolista al Senato in tutte le circoscrizioni. In Liguria, al secondo posto, c'e' l'ex direttore del Tg1, Augusto Minzolini, mentre in Sicilia il presidente del Senato, Renato Schifani. Domenico Scilipoti, leader dei Responsabili, annuncia che non si presentera' con una sua lista ma con il Pdl, ed e' sesto in Calabria per il Senato. Candidato, quarto in Senato in Abruzzo, anche l'ex Idv Antonio Razzi, che salvo' il governo Berlusconi nel dicembre del 2010. Candidato come numero 2 al Senato nella regione Friuli Venezia Giulia e' Bernabo' Bocca, presidente della Ferderalberghi.

Alla Camera, Alfano e' capolista in quattro circoscrizioni. Tra le varie novita', in Calabria, al numero 2 e' candidata Rosanna Scopelliti, figlia 29enne del magistrato Antonio, assassinato dalla criminalita' organizzata nel 1991. Renata Polverini, invece, e' candidata alla Camera al terzo posto nella circoscrizione Lazio 1.

ceg/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari