giovedì 19 gennaio | 19:01
pubblicato il 26/feb/2013 13:47

Elezioni: Cattolici democratici, ideologie superate occorrono certezze

(ASCA) - L'Aquila, 26 feb - ''Grillo conquista il primato, ma non serve a nulla perche' l'Italia e' difficilmente governabile.

Alla Camera la maggioranza del centrosinistra e' inutile visto che al Senato non ci sono i numeri. Chi fara' il governo ha l'obbligo di ascoltare tutti perche' saranno le scelte, le decisioni ed un nuovo modo di fare politica che determineranno i numeri''. Cosi' Giampaolo Arduini, coordinatore Abruzzo dei Cattolici democratici. ''Occorre davvero un Parlamento ed un Governo degli onesti che metta mano alle riforme per dare lavoro e certezze - commenta - Le ideologie sono superate. Niente insulti, per favore, da nessuna parte. Occorre la consapevolezza che dopo il polverone di queste ore non ci sono molte alternative per la governabilita'''. Per Arduini ''agli italiani interessa non essere piu' vessati, tassati, anzi tartassati, senza che i sacrifici vengano ripagati; molti non ce l'hanno fatta, altri stanno per mollare''. ''Mancano quelle certezze che in passato hanno consentito, comunque, di sperare in un futuro migliore - lamenta l'esponente dei Cattolici democratici - Certezze che hanno segnato la Storia del nostro Paese, ma che ora sono definitivamente tramontate. Il risultato elettorale - e' ancora la sua disamina - dimostra che la vittoria del centrosinistra alla Camera non sarebbe stata tale e non avrebbe consentito il largo premio di maggioranza se non ci fosse stata l'alleanza con i partiti minori''. ''I numeri parlano chiaro - osserva - Se il Pd e la sinistra continueranno con questa classe dirigente non vinceranno mai.

Cosi' come il 'successo del perdente' al Senato servira' a poco o nulla, tanto quanto i calcoli e le alchimie dell'Udc, che hanno dimostrato quanto sia stata fallimentare la politica di Casini, che per i suoi giochi di palazzo e per scelte furbesche ha determinato il suicidio politico''.

Arduini ritiene che ''il dato evidente resta la vittoria del Movimento 5 Stelle che ha saputo parlare il linguaggio di fondo, voluto dalla gente, catturando l'insofferenza per la politica corrotta e insensibile''. E che ''questa negligenza della casta politica parlamentare ha determinato un corto circuito del quale tutti dovranno necessariamente tener conto''. ''Non siamo pertanto alla presenza di alcun vincitore - ne conviene - Siamo sommersi invece dalla peggiore soluzione che si potesse prevedere: l'ingovernabilita'. Occorrera', pertanto - suggerisce in conclusione - sciogliere i nodi venuti al pettine di una incomunicabilita' con i cittadini, veri autori di una protesta tanto dura da essere senza precedenti''. iso

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
M5s
Grillo lancia il "reddito universale": confronto è su idea futuro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale