venerdì 20 gennaio | 07:38
pubblicato il 11/gen/2013 16:33

Elezioni: Brunetta, grazie Berlusconi. Per Santoro e Travaglio cerotti

Elezioni: Brunetta, grazie Berlusconi. Per Santoro e Travaglio cerotti

(ASCA) - Roma, 11 gen - ''Sto facendo una raccolta di bende e cerotti che mandero' oggi con corriere espresso al compagno Santoro ed al tribuno del popolo in servizio permanente effettivo Marco Travaglio. Uniro' alla scatola, ben confezionata e colorata, abbondante fornitura di 'Zaeti', gli irresistibili dolcetti veneziani perfetti per i momenti di malinconia e incazzatura''. Lo afferma Renato Brunetta, coordinatore dei dipartimenti del Pdl.

''E' infatti di dimensione formidabile la performance televisiva di Silvio Berlusconi di ieri sera. Aveva tutti contro, in modo irriducibile e aggressivo. Il conduttore signor Michele, maestro di cerimonia di parte in modo totale, tecnicamente imbarazzante. L'opinionista signor Marco, il Vyshinski dei Parioli, dalla battuta pronta e dalla penna avvelenata. Le intervistatrici signorine Giulia e Luisella, poderosi esempi di giornalismo militante ma indipendente, come solo a sinistra si puo' essere. Il vignettista signor V., agguerrito e spavaldo, nostalgico senza ritegno'', aggiunge Brunetta.

''Silvio Berlusconi e' uscito dalla fossa dei leoni leggero come una piuma, dopo aver dispensato sorrisi e risposte, alzando la voce il giusto, perdendo il controllo mai. Ha portato a casa un risultato di ascolto inarrivabile per i comuni mortali, ha costretto sulla difensiva il Grande Conduttore Rosso, che in molti momenti appariva come un giovanotto di belle speranze alle prime esperienze televisive, ha ascoltato pazientemente accuse infamanti, opponendo garbo e fermezza. Ma soprattutto ha costretto il Feroce Giustiziere a un travaglio personale, nemesi perfetta gia' dal nome, portandolo per la prima volta dal banco degli accusatori a quello degli imputati, dove ha mostrato tutta la sua insicurezza con occhio smarrito. Un gigante chiamato Silvio Berlusconi. Un uomo, con la sua faccia, la sua eta' e le sue idee. Un leader politico ritrovato, ammesso che mai si fosse smarrito. Un campione della liberta', in un paese di accomodanti opinionisti dai pochi libri letti e dai molti cocktail in societa' frequentati assiduamente. Grazie Silvio'', conclude Brunetta.

com-ceg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale