martedì 21 febbraio | 14:09
pubblicato il 11/gen/2013 16:33

Elezioni: Brunetta, grazie Berlusconi. Per Santoro e Travaglio cerotti

Elezioni: Brunetta, grazie Berlusconi. Per Santoro e Travaglio cerotti

(ASCA) - Roma, 11 gen - ''Sto facendo una raccolta di bende e cerotti che mandero' oggi con corriere espresso al compagno Santoro ed al tribuno del popolo in servizio permanente effettivo Marco Travaglio. Uniro' alla scatola, ben confezionata e colorata, abbondante fornitura di 'Zaeti', gli irresistibili dolcetti veneziani perfetti per i momenti di malinconia e incazzatura''. Lo afferma Renato Brunetta, coordinatore dei dipartimenti del Pdl.

''E' infatti di dimensione formidabile la performance televisiva di Silvio Berlusconi di ieri sera. Aveva tutti contro, in modo irriducibile e aggressivo. Il conduttore signor Michele, maestro di cerimonia di parte in modo totale, tecnicamente imbarazzante. L'opinionista signor Marco, il Vyshinski dei Parioli, dalla battuta pronta e dalla penna avvelenata. Le intervistatrici signorine Giulia e Luisella, poderosi esempi di giornalismo militante ma indipendente, come solo a sinistra si puo' essere. Il vignettista signor V., agguerrito e spavaldo, nostalgico senza ritegno'', aggiunge Brunetta.

''Silvio Berlusconi e' uscito dalla fossa dei leoni leggero come una piuma, dopo aver dispensato sorrisi e risposte, alzando la voce il giusto, perdendo il controllo mai. Ha portato a casa un risultato di ascolto inarrivabile per i comuni mortali, ha costretto sulla difensiva il Grande Conduttore Rosso, che in molti momenti appariva come un giovanotto di belle speranze alle prime esperienze televisive, ha ascoltato pazientemente accuse infamanti, opponendo garbo e fermezza. Ma soprattutto ha costretto il Feroce Giustiziere a un travaglio personale, nemesi perfetta gia' dal nome, portandolo per la prima volta dal banco degli accusatori a quello degli imputati, dove ha mostrato tutta la sua insicurezza con occhio smarrito. Un gigante chiamato Silvio Berlusconi. Un uomo, con la sua faccia, la sua eta' e le sue idee. Un leader politico ritrovato, ammesso che mai si fosse smarrito. Un campione della liberta', in un paese di accomodanti opinionisti dai pochi libri letti e dai molti cocktail in societa' frequentati assiduamente. Grazie Silvio'', conclude Brunetta.

com-ceg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia