sabato 03 dicembre | 20:41
pubblicato il 13/feb/2013 20:25

Elezioni: Bersani, un grande piano per lavoro. Serve governo cambiamento

Elezioni: Bersani, un grande piano per lavoro. Serve governo cambiamento

(ASCA) - Roma, 13 feb - ''Il tema dei temi e' il lavoro'': lo ha detto il segretario del Pd Pier Luigi Bersani intervenendo in serata ad Avellino ad una manifestazione elettorale (trasmessa da Youdem).

Con questo Bersani ha inteso richiamare al centro della campagna eletorale, ma anche della futura azione di governo la questione principale che investe centinaia di migliaia di giovani: ''non ci possono essere due musiche, quella del prima e quella del dopo'' ha avvertito.

E Bersani ha riaffermato la necessita' di ''un grande piano per il lavoro'' che deve essere il primo pensiero di un ''governo di cambiamento'', l'obiettivo cioe' che viene dichiarato in testa a tutto dal Partito Democratico.

Bersani ha sottolineato di pensare ad ''una decina di progetti concreti'' che rimettano in moto l'economia del Paese e contemporaneamente l'occupazione. Progetti, ha spiegato, che rispondano ad un ''problema nazionale ma rafforzato per il Mezzogiorno''. E su questo punto il segretario Pd si e' piu' volte soffermato dicendo con forza che ''il Paese e' uno solo'' che non ci sono due Italie, un ''Nord che pensa di galoppare azzoppando il Sud'' come predicano i leghisti ma un Paese che si deve ''risollevare e rilanciare tutto insieme''.

Ma questo piano su cosa puo' contare? Su quali risorse? Bersani ha indicato come decisivo il sostegno alle piccole e medie imprese per le quali ha riproposto un'emissione di titoli di Stato dedicati, ma anche un piano di piccole opere da affidae ai comuni (sul modello americano del new deal) con particolare riferimento alla risptrutturazione di scuole e ospedali. Altri capitoli ricordati sono l'economia verde con la riqualificazione del costruito, un piano di bonifiche, ripresa delle fonti rinnovabili di energia, interventi sulle infrastrutture, materiali e immateriali.

In questo senso una fonte cospicua ed importante e' stata indicata nell'uso dei fondi strutturali europei che non sono stati utilizzati pur essendo disponibili. Non ultima e' poi la proposta di puntare sulla banda larga per una informatizzazione dei settori dei servizi pubblici.

Insomma l'obiettivo e' quello di ''modernizzare'' il Paese con una serie di interventi che oltre a dare lavoro in tempi brevi puo' fare da volano a nuove iniziative di crescita.

''Si puo' fare'' ha detto Bersani facendo riferimento anche all'apertura di tavoli sui grandi settori, come l'auto, la siderurgia, grandi imprese come l'Ilva, Finmeccanica.

Ribadendo che si e' di fronte ad un bivio per il futuro del Paese, (''con la destra si va contro un muro!'') Bersani ha concluso ammonendo che ''la rabbia non basta'' e che ''promettiamo un governo di cambiamento''.

min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, Renzi: brogli? Siamo seri, polemiche stanno a zero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari