lunedì 27 febbraio | 23:56
pubblicato il 21/feb/2013 13:53

Elezioni: Bersani, non ci vengano a proporre governissimi (1 Update)

+++Quello che serve al Paese e' un governo di combattimento per il cambiamento+++.

(ASCA) - Roma, 21 feb - Il segretario del Pd Pier Luigi Bersaniribadisce la sua chiusura ad ipotesi di ''governissimi'' che, ha detto, ''non sarebbero per il bene dell'Italia'' perche' favorirebbero immobilismo mentre ''abbiamo bisogno di cambiamento, di movimento''. In sostanza un ''governo di combattimento'' che sappia affrontare i gravi problemi e farci uscire dalla crisi.

Bersani ne ha parlato intervistato da Barbara Palombelli alla trasmissione ''28 minuti'' su Radio Rai 2.

Riferendosi anzitutto alle parole di Monti di ieri sulla Merkel e il Pd, alla domanda se lo abbia chiamato per chiarire per scusarsi, Bersani ha risposto: ''No, non mi ha chiamato ma in questo periodo ciascuno sta facendo la sua campagna elettorale e ci siamo sentiti solo su questioni di governo''.

Quanto poi alla questione delle alleanze, Bersani ha detto che ''in tutti i paesi dell'Europa ci sono (al governo) partiti grosso modo della nostra stazza. Cosi' e' in Francia o in Inghilterra dove i partiti si mettono in condizioni di governare con il meccanismo elettorale. Ora c'e' bisogno che qualcuno abbia la maggioranza e penso che saremo noi: a due giorni dal voto e' chiaro che o vinciamo noi o vince Berlusconi e la Lega. Dopodiche' se vinciamo noi abbiamo il 51% del parlamento, Camera e Senato, ed e' chiaro che, in nome dei problemi che ha l'Italia, siamo disponibili e aperti a discutere forme di collaborazione e di convergenza.

Naturalmente con chi si ritiene alternativo al berlusconismo, al leghismo e al populismo''.

Insomma, ha sottolineato Bersani, ''non ci si venga a proporre dei governissimi''. E alla domanda se esclude comunque un governo di unita' nazionale, anche se mancassero i numeri, Bersani ha risposto: ''Lo escludo perche' non e' il bene per l'Italia. Non lo vedo, francamente''. Allora si tornerebbe a votare? ''Mi sento di escludere questa ipotesi, non ci credo'' ha affermato Bersani che ha aggiunto: ''Detto questo, non vedo possibile un governissimo, che non porterebbe a niente se non alla paralisi. Qui abbiamo bisogno di muovere le cose, di cambiare. Un governissimo non potrebbe contenere l'idea di cambiamento. Il prossimo governo deve essere un governo di combattimento e di cambiamento, a cominciare dai temi della moralita', del civismo, dai temi delle regole, dal tema dei diritti per i cittadini che riprendano un po' di fiducia nel rapporto con le istituzioni, senno' francamente non andiamo da nessuna parte''.

min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech