venerdì 24 febbraio | 16:37
pubblicato il 27/mag/2011 05:14

Elezioni/ Bersani chiude a Rimini, Berlusconi atteso a Napoli

Bossi a Varese, Vendola prima con Bersani poi con de Magistris

Elezioni/ Bersani chiude a Rimini, Berlusconi atteso a Napoli

Roma, 27 mag. (askanews) - I 'big' evitano Milano, per la chiusura della campagna elettorale dei ballottaggi, la città che rischia di aprire settimane difficili per la maggioranza non vedrà i leader di partito impegnati in comizi e se Silvio Berlusconi è almeno atteso a Napoli, di rientro dal G8, il segretario del Pd Pier Luigi Bersani ha scelto invece una piccola città, Rimini, per la manifestazione conclusiva. E a Napoli, sull'altro fronte, sarà presente anche Nichi Vendola, a sostegno di Luigi de Magistris. Berlusconi, G8 permettendo, dovrebbe recarsi nel capoluogo campano a tirare la volata a Gianni Lettieri, impegnato in un difficile confronto con de Magistris che, almeno sulla carta, pare in vantaggio, se si considerano i voti del primo turno. E' vero che de Magistris non ha voluto apparentamenti formali, come del resto ha fatto Giuliano Pisapia a Milano, ma tutti i partiti del centrosinistra hanno assicurato il loro voto a suo favore, anche se resta da capire se avrà qualche conseguenza il 'no' detto da de Magistris a Cozzolino, europarlamentare Pd e uomo vicino ad Antonio Bassolino. Con de Magistris ci saranno anche il leader Idv Antonio Di Pietro, Paolo Ferrero di Prc-Fds e Angelo Bonelli (Verdi). A Milano Letizia Moratti non potrà contare né su Umberto Bossi, impegnato a Varese e già 'latitante' al comizio dove era atteso mercoledì sera, né sul premier, che appunto dovrebbe andare a Napoli. Chiusura in 'solitudine' anche per Pisapia: il candidato sindaco di Sel e il Pd sono convinti che la scelta migliore sia quella di non politicizzare la chiusura di campagna elettorale. Anche per questo Bersani sarà a Rimini insieme a Nichi Vendola (che poi partirà per Napoli) a sostegno del candidato del centrosinistra, Andrea Gnassi, mentre Massimo D'Alema ha scelto Macerata: una scelta non casuale, visto che lì il candidato al ballottaggio è targato Udc. L'ex ministro degli Esteri terrà prima una conferenza stampa e poi il comizio finale insieme a Pier Ferdinando Casini. Un modo per rimarcare l'importanza dell'alleanza tra progressisti e moderati, non solo nella città marchigiana, ma anche nelle altre realtà dove si tengono i ballottaggi e, in generale, in prospettiva a livello nazionale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide:asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech