domenica 22 gennaio | 14:17
pubblicato il 07/feb/2013 17:39

Elezioni: Bersani, basta demagogia, non se ne puo' piu'. Serve serieta'

Elezioni: Bersani, basta demagogia, non se ne puo' piu'. Serve serieta'

(ASCA) - Roma, 7 feb - ''Quando diciamo 'prima di tutto l'Italia' e' una cosa che suona: non dobbiamo aver paura di dire una cosa cosi'. E va detta anche davanti alla demagogia di questi giorni. Perche' non possiamo inseguire la demagogia? Perche' e' un insulto all'Italia e noi invece vogliamo bene all'Italia! Non accettiamo che venga insultata, non puoi prenderla in giro. Devi rispettarli gli italiani, sono persone intelligenti gli italiani e noi ci rivolgiamo all'intelligenza, al cuore, alla testa degli italiani, non allla pancia''.

Lo ha affermato il segretario del Pd Pier Luigi Bersani concludendo il convegno ''Le parole dell'Italia giusta'' al quale hanno partecipato i principali esponenti del Partito democratico e qualificati ospiti, ognuno intervenendo su una parola-tema (Economia, Differenza, Pubblico, Lavoro, Fraternita', Europa, Diritti, Legalita', Liberta', Globale, Cultura, Scienza, Potere). Bersani e' intervenuto prendendo spunto dalla parola moralita', concetto alla base della sua proposta di alternativa non solo di governo, ma di sistema politico e sociale per un nuovo welfare. In sostanza Bersani ha ripercorso l'evoluzione degli ultimi venti anni sottolineando come nel nostro paese siano state oscurate le parole solidarieta', giustizia, legalita' e bene comune per lasciare spazio a individualismo sfrenato, consumismo ed egoismo sociale.

Tornando alla denuncia della demagogia, Bersani ha aggiunto che ''queste sono giornate che francamente lasciano allibiti. Non intendo che noi si risponda alla demagogia con altra demagogia... Non se ne puo' piu'! I problemi sono troppo seri!''.

''Come si fanno ad accettare certe cose... Fatemi parlare ad esempio -ha proseguito Bersani- di Grillo, uno che va a Bologna evoca Berlinguer e poi va a Roma ed evoca CasaPound... E poi va in Sicilia dove c'e' il dramma della disoccupazione e promette mille euro a tutti per tre anni! Non e' possibile. E ora quest'altro qua che dice 4 milioni di posti di lavoro... Ma noi aspettiamo ancora quella milionata di allora. E' una cosa inaccettabile!''.

''Noi -ha detto ancora Bersani- non vogliamo inseguire queste cose, facciamo proposte serie, sostenibili perche' si metta in moto un po' di lavoro, ma certo non possiamo rincorrere queste favole''.

min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4