giovedì 19 gennaio | 16:49
pubblicato il 14/feb/2013 12:00

Elezioni/ Berlusconi vede la 'manona' dei pm:Interviene su voto

Anm respinge accuse. Nuovo scontro tra Cav e Giannino

Elezioni/ Berlusconi vede la 'manona' dei pm:Interviene su voto

Roma, 14 feb. (askanews) - Non manca l'evergreen "cancro della democrazia". Ma per il suo nuovo scontro frontale contro i giudici, Silvio Berlusconi rispolvera anche aggettivi meno usati o espressioni coniate di fresco. Nell'ordine: la magistratura sta mandando "in malora il Paese", "taglia le gambe" a imprese come Finmeccanica o Ilva, è "giacobina". E per rafforzare il concetto, anche il Cavaliere fa sfoggio del latino: 'fiat iustitia et pereat mundus', cioè si faccia giustizia e crepi il mondo. Di fatto è un'escalation che lo porta, tirando le somme, a vedere la manina, anzi "la manona" dei pm armeggiare per cercare di influenzare la campagna elettorale. Lo sfogo arriva ieri, di prima mattina, durante la 'Telefonata' di Belpietro, al termine di una notte che - racconta - è passata insonne. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la condanna a 4 anni per presunti illeciti in appalti dell'ex ministro Raffaele Fitto. Ma prima c'era stato il nuovo capitolo delle tangenti milanesi e in coinvolgimento di Formigoni, e ancora Finmeccanica, Eni e pure il caso Abu Omar con la condanna del generale Pollari. Silvio Berlusconi ci mette tutto nel suo sfogo, poi attacca: per la nostra Costituzione quello della magistratura "non è un potere ma un ordine". Quasi passa in secondo piano la vicenda Crozza e quella sua imitazione del Cavaliere che ha prima portato ad alcune proteste all'interno del teatro Ariston e poi a un profuvio di critiche e comunicati da parte degli esponenti pidiellini. L'ex premier sostiene di non aver visto la serata e di essersi piuttosto dedicato per qualche minuto alla "bella partita" vinta dalla Juve sul Celtic. Ma dice comunque la sua: sarà - sostiene - un "boomerang per la sinistra". Più aggressivo del solito, è invece l'attacco del leader Pdl a Oscar Giannino, reo - dal suo punto di vista - di star favorendo, con la presenza della sua lista, il centrosinistra in Lombardia. "Ormai è fuori di testa" è l'accusa del Cavaliere. "Berlusconi è un guitto che ha perso la credibilità di fronte al mondo" la replica del leader di Fare. Ma sono soprattutto gli attacchi alla magistratura "giacobina" a segnare la giornata di campagna elettorale che Berlusconi ha concluso in Puglia, una delle regioni 'in bilico'. Con la reazione del sindacato delle toghe. "L'azione della magistratura, in particolare della magistratura penale - dice il presidente dell'Anm Rodolfo Sabelli - è una azione rigida governata da regole. Non rovina proprio nulla, fa il suo dovere".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
M5s
Grillo lancia il "reddito universale": confronto è su idea futuro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Immunoterapia, un libro sulla quarta arma contro il cancro
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale