giovedì 08 dicembre | 15:44
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Elezioni/ Berlusconi: Se vinco rinegozio patto fiscale con Ue

"Non ho mai fatto critiche infondate alla signora Merkel"

Roma, 23 dic. (askanews) - "Io non ho mai fatto critiche infondate alla signora Merkel, l'ho contrastata ed è questo perché sono caduto in un'area di non simpatia nei confronti suoi e di Sarkozy. Io rappresentavo e difendevo il mio Paese esprimendo giudizi negativi su proposte della Germani a e di altri Paesi del Nord". Così Silvio Berlusconi a 'Tgcom24'. "Le proposte di austerità, avevo chiarissimo che erano proposte che se applicate ci avrebbero portato alla recessione. Avevo con me quasi tutti i nobel per l'economia in tal senso. Quando si applica a un'economia già in difficoltà una politica di austerità si diminuisce il Pil e un aumento del debito. E se queste imposizione vengono applicate da governi di questi paesi, non si rischia solo la recessione ma anche la guerra civile, ed è quello che è quasi successo in Grecia. Mi sono opposto quindi ai compiti in casa per la Grecia e mi sono opposto alla Tobin tax, ho detto di no al fiscal compact mettendo il veto dell'Italia e in una riunione ho sostenuto gli interessi dell'Italia". "Bisogna dire che siamo a meno di cento nel rapporto debito Pil, perché per una norma cervellotica una norma dell'Unione Europa considera come Pil solo l'economia emersa, mentre da noi abbiamo un'economia sommersa molto rilevante. Non darà soldi all'erario e dobbiamo continuare la guerra all'evasione in maniera liberale e non come fatto da questo governo. Sommando le due economie si arriva duemila miliardi di Pil. Io mi offendo se mi si dà dell'antieuropeo. Io sono convinto che ci vuole più Europa unita, politicamente, sulle politiche monetarie e anche sulla difesa. Diverremmo una grande potenza militare paragonabile agli americani o ai russi. Bisogna pensare a un'Europa diversa da quella di oggi, non un'Europa dei burocrati, ma un'Europa vicina alla gente. Se vincessi, punterei a una rinegoziazione con l'Europa, perché se andassimo avanti col patto fiscale dovremmo togliere dall'economia 50 miliardi all'anno. Il Pil ne soffrirebbe e andremo al disastro".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: chi non vuole voto sostenga governo o urne dopo Consulta
Governo
Renzi: ok nuovo governo ma appoggiato da tutti, non temiamo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni