sabato 21 gennaio | 04:05
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Elezioni/ Berlusconi: Se vinco rinegozio patto fiscale con Ue

"Non ho mai fatto critiche infondate alla signora Merkel"

Roma, 23 dic. (askanews) - "Io non ho mai fatto critiche infondate alla signora Merkel, l'ho contrastata ed è questo perché sono caduto in un'area di non simpatia nei confronti suoi e di Sarkozy. Io rappresentavo e difendevo il mio Paese esprimendo giudizi negativi su proposte della Germani a e di altri Paesi del Nord". Così Silvio Berlusconi a 'Tgcom24'. "Le proposte di austerità, avevo chiarissimo che erano proposte che se applicate ci avrebbero portato alla recessione. Avevo con me quasi tutti i nobel per l'economia in tal senso. Quando si applica a un'economia già in difficoltà una politica di austerità si diminuisce il Pil e un aumento del debito. E se queste imposizione vengono applicate da governi di questi paesi, non si rischia solo la recessione ma anche la guerra civile, ed è quello che è quasi successo in Grecia. Mi sono opposto quindi ai compiti in casa per la Grecia e mi sono opposto alla Tobin tax, ho detto di no al fiscal compact mettendo il veto dell'Italia e in una riunione ho sostenuto gli interessi dell'Italia". "Bisogna dire che siamo a meno di cento nel rapporto debito Pil, perché per una norma cervellotica una norma dell'Unione Europa considera come Pil solo l'economia emersa, mentre da noi abbiamo un'economia sommersa molto rilevante. Non darà soldi all'erario e dobbiamo continuare la guerra all'evasione in maniera liberale e non come fatto da questo governo. Sommando le due economie si arriva duemila miliardi di Pil. Io mi offendo se mi si dà dell'antieuropeo. Io sono convinto che ci vuole più Europa unita, politicamente, sulle politiche monetarie e anche sulla difesa. Diverremmo una grande potenza militare paragonabile agli americani o ai russi. Bisogna pensare a un'Europa diversa da quella di oggi, non un'Europa dei burocrati, ma un'Europa vicina alla gente. Se vincessi, punterei a una rinegoziazione con l'Europa, perché se andassimo avanti col patto fiscale dovremmo togliere dall'economia 50 miliardi all'anno. Il Pil ne soffrirebbe e andremo al disastro".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4