domenica 04 dicembre | 07:14
pubblicato il 28/mag/2014 18:44

Elezioni: a Susa vince Plano il No Tav del Pd.

(ASCA) - Torino, 28 mag 2014 - L'esponente No tav del Pd, anche se per un soffio, ce l'ha fatta. In una Valsusa che conferma il primato del Movimento 5 Stelle nel suo capoluogo a Susa, Sandro Plano, esponente ''eretico'' del partito di Renzi, che ha capeggiato una lista che ha coagulato gli oppositori all'infrastruttura, sostenuto anche se non ufficialmente dai pentastellati, ha battuto per soli otto voti il sindaco uscente Gemma Amprino, Ncd, Si tav: 1906 preferenze contro 1898.

''Sono soddisfatto - commenta all'Asca Plano, che di Susa fu gia' sindaco cinque anni fa - quella che era stata dipinta come una citta' accanita sostenitrice della Tav e' invece spaccata in due. E questa e' una tendenza che e' stata confermata in altri comuni come Almese e Condove. Certo e' stata una vittoria risicata la mia, ma molto bella perche' ottenuta contro un avversario molto forte, sostenuto anche dal nuovo presidente della Regione Sergio Chiamparino''. Una vittoria che rischia di creare paradossalmente qualche dispiacere al Pd locale, ma Plano assicura: ''Il Pd non si e' intromesso in questa votazione. La campagna elettorale si e' svolta in un clima democratico e rispettoso, non ci siamo scambiati invettive con la Amprino, ma anzi e' stata una competizione corretta e signorile, una vittoria innanzitutto della democrazia segusina''.

''I miei primi provvedimenti? So che deludero' molti - prosegue Plano -, ma faro' il sindaco di Susa: ho intenzione di realizzare un senso unico di cui la citta' ha estremo bisogno, un campetto da calcetto e da pallavolo, uno sportello turistico.

E poi ho gia' detto che mi occupero' innanzitutto di scuola, dell'ospedale e degli anziani''. Ma il terreno su cui Plano e' piu' atteso dall'opinione pubblica non solo locale e' quello della Tav. A cominciare dalla decisione o meno di restare nell'Osservatorio guidato da Mario Virano finora presidiato dalla Amprino. ''Su questo tema - osserva Plano - non posso dire come fanno tutti gli eletti, che saro' il sindaco di tutti.

Saro' coerente con il nostro programma e innanzitutto decidero' assieme agli altri sindaci della valle, mentre fino ad oggi Amprino si e' mossa in modo un po' individuale. Noi ci candidiamo ad essere il portavoce di questo coordinamento.

Posso anticipare pero' che la nostra opposizione alla Tav sara' ferma ma legale ''. eg/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari