lunedì 05 dicembre | 01:53
pubblicato il 05/feb/2014 16:15

Electrolux:Serracchiani,c'e' molto fumo.No fiches senza impegno stragico

Electrolux:Serracchiani,c'e' molto fumo.No fiches senza impegno stragico

(ASCA) - Roma, 5 feb 2014 - ''C'e' tanto fumo e tanta nebbia'' sulla vicenda della crisi Electrolux. Ma una cosa e' certa, ''la Regione non intende mettere sul tavolo 'fiches' se l'azienda non si impegna strategicamente a rimanere sul territorio''. E' quanto afferma la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani intervenendo in commissione Industria del Senato.

Da parte dell'azienda, ha proseguito Serracchiani ''c'e' il grido d'allarme, ci dicono costate troppo, ma alla fine non c'e' nulla che ci permetta l'apertura del dialogo con loro''.

Circa la presa di posizione assunta a difesa dello stabilimento di Porcia (Pn), Serracchiani ha spiegato: ''E' vero che l'azienda non ha mai detto 'chiudiamo', ma se presenti 3 piani industriali e nessuno di questi riguarda Porcia, perche' e' fuori mercato, non ci vuole la laurea in ingegneria. La conseguenza nell'immaginario collettivo e' che non si parla di Porcia perche' per questo stabilimento c'e' un intervento piu' drastico. Noi siamo intervenuti nella consapevolezza che il nostro stabilimento rischi piu' degli altri''.

La presidente della Regione ha quindi ammesso che in questi giorni c'e' stata da parte di Electrolux ''un'apertura per un piano per Porcia da presentare il 17 febbraio, ma serve l'impegno. Ben venga dunque il piano, noi siamo propositivi, ma serve un'azione di sistema''.

Serracchiani ha quindi sottolineato che sul costo del lavoro c'e' stata da parte della Regione ''una risposta immediata. Possiamo intervenire subito, nel breve periodo, anche per aprire una discussione che ci puo' consentire di mantenere lo stabilimento in Italia. A questo intervento ne dovvranno seguire altri, di medio e lungo termine, come ad esempio sull'energia o sulla ricerca. Abbiamo anche valutato il coinvolgimento della finanziaria regionale, Friulia, ma ci hanno spiegato che per motivi statutari ed oggettivi questo non e' applicabile e realizzabile''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari