giovedì 23 febbraio | 11:17
pubblicato il 28/apr/2014 19:28

Electrolux: prosegue il confronto tra azienda e sindacati

(ASCA) - Venezia, 28 apr 2014 - Dopo gli incontri tecnici tenutisi la scorsa settimana a livello di singolo stabilimento e' proseguito oggi il confronto tra la Direzione della Electrolux, le segreterie nazionali di Fim Fiom, Uilm e il Coordinamento delle Rsu. Nel corso della riunione sono stati oggetto di esame i chiarimenti che erano stati richiesti dalle organizzazioni sindacali sulla produzione europea di lavabiancheria e le allocazioni produttive nella fabbrica italiana di Porcia, in quella polacca di Olawa e in quella ucraina.

E' stato specificato dal management dell'Electrolux che per Porcia si prevede la specializzazione produttiva sulle lavatrici di gamma alta da 8-9-10 kg, le lavasciuga, le lavatrici semiprofessionali, e sul nuovo tipo di lavatrice destinato al mercato americano e chiarita la tempistica di avvicendamento tra le produzioni attuali e quelle innovative.

E' stato anche precisato che gli investimenti destinati allo stabilimento di Porcia superano nettamente quelli destinati alle altre fabbriche Electrolux in cui si producono lavatrici e che, le migliori caratteristiche tecnologiche dei nuovi prodotti, ne determinano un maggior valore medio, inoltre migliorano il rapporto tra occupati e volumi prodotti rispetto a quello attuale.

Relativamente alle obiezioni riguardanti le difficolta' nella prestazione dei lavoratori con ridotte abilita' lavorative, in particolare per quanto riguarda la fabbrica di Susegana, l'azienda ha preso con noi l'impegno a studiare una linea produttiva che tenga conto della problematica attenuando i disagi.

Per quanto poi riguarda le richieste fatte dalla Electrolux nel corso della riunione del 16 aprile riguardo ad interventi organizzativi che rendano piu' competitive le fabbriche italiane attraverso un nuovo regime di pause, diverse cadenze produttive, la fruizione delle ferie in un lasso temporale piu' ampio le segreterie nazionali di Fim, Fiom, Uilm, hanno dato prime risposte, dichiarando la disponibilita' ad ulteriori avanzamenti ed approfondimento nel contesto di un accordo complessivo che metta in sicurezza concretamente tutte e quattro le fabbriche riducendo ulteriormente l'impatto occupazionale delle scelte organizzative e produttive che l'azienda ritiene necessarie per la sostenibilita' delle produzioni italiane e che pertanto considera necessario realizzare.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Nestlé eliminerà 18.000 tonn. di zucchero da prodotti entro 2020
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech