sabato 03 dicembre | 19:18
pubblicato il 14/ago/2013 13:54

Egitto: Esposito (Pdl), comunita' internazionale prenda posizione

(ASCA) - Roma, 14 ago - ''Su quanto sta accadendo in Egitto nessuno puo' voltarsi dall'altra parte e far finta di nulla.

L'escalation di morti, violenze e repressioni impone una presa di posizione netta e decisa da parte della comunita' internazionale''. Lo ha dichiarato il senatore del Pdl, Giuseppe Esposito, vicepresidente del Copasir. ''E' una situazione - aggiunge Esposito - che incide direttamente anche sugli sbarchi verso le nostre coste e su quei ''viaggi della speranza' organizzati da barbari mercanti di uomini che troppo spesso finiscono in tragedia, cosi' come accaduto a Catania qualche giorno fa. Si parla da troppo tempo di europeismo e ancora pochi sforzi si compiono invece per creare una comune diplomazia e forze di sicurezza collegiali. Alle morti non si aggiungano altre morti, l'Europa non perda anche questa occasione e l'Italia si impegni con ancor maggiori energie per farsi promotrice di un'unita' europea sostanziale oramai inevitabile''. com-sgr/lus/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Riforme
Referendum, Grillo: Paese spaccato, vincere o perdere è uguale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari