giovedì 19 gennaio | 01:07
pubblicato il 23/mag/2013 12:00

Editoria/ Legnini: Sventata truffa, recuperati altri 2,3 mln

"Iniziata nuova stagione, risorse andranno ad aziende virtuose"

Editoria/ Legnini: Sventata truffa, recuperati altri 2,3 mln

Roma, 23 mag. (askanews) - Beni mobili, immobili, conti correnti e disponibilità finanziarie - per un ammontare complessivo di oltre 2,3 milioni di euro - sono stati sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale di Roma, nell'ambito di indagini nei confronti di una società cooperativa del settore dell'editoria. L'accusa è di truffa aggravata ai danni dello Stato, per aver percepito indebitamente i finanziamenti pubblici. A darne notizia una nota del Dipartimento Editoria della Presidenza del Consiglio e del sottosegretario con delega al settore Giovanni Legnini: "I successi sono frutto di regole serie e controlli a tappeto contro queste frodi, è in atto un giro di vite che sarà accentuato: è l'inizio di una nuova stagione". A giudizio di Legnini, "la notizia del recupero di 2,3 milioni di euro, che si sommano ai dieci milioni di euro sinora sequestrati con l'attività contro le frodi in campo editoriale, grazie al buon lavoro della Guardia di finanza e del Dipartimento dell'Editoria e dell'Informazione della Presidenza del Consiglio, testimonia più di ogni altra cosa quanto sia giusta la strada di regole e controlli introdotte per legge dal Parlamento in fine di Legislatura. Nel mio incarico intendo proseguire nella stessa direzione, accentuando i già intensi, seri e imparziali controlli per il rispetto delle regole, così da assicurare a tutti un esame rigoroso di servizio al sistema editoriale e ai cittadini tutti". "Sono certo - ha proseguito Legnini - che l'inflessibilità verso chi froda lo Stato, e l'applicazione dei nuovi criteri di accesso e ripartizione dei contributi, sapranno rendere il giusto merito a imprese editoriali, giornalisti, operatori della comunicazione e lavoratori editoriali che ogni giorno cercano di rendere onestamente il loro prodotto culturale anche un prodotto di mercato. Le risorse recuperate dalle frodi saranno destinate immediatamente al servizio delle imprese editoriali 'virtuose', che vedranno così garantito il loro sforzo e la loro correttezza. Ecco perché voglio rendere un pubblico plauso al Dipartimento e della Guardia di Finanza, ed incitarli nel lavoro di controllo rigoroso e repressione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina