sabato 21 gennaio | 14:18
pubblicato il 04/lug/2013 11:41

Editoria: Gal, mozione rilancio settore, credito agevolato-aiuti giovani

(ASCA) - Roma, 4 lug - Ripristinare il credito agevolato alle aziende editoriali, fermo al 2003; sostenere il rinnovamento tecnologico favorendo il passaggio delle testate della carta stampata a internet e ridefinire un welfare attivo del lavoro giornalistico sostenendo con adeguati incentivi fiscali per le aziende l'ingresso di professionalita' giovani da formare.

Sono alcune delle misure chieste al governo nella mozione presentata dal gruppo Grandi Autonomie e Liberta' del Senato per rilanciare il settore dell'informazione. ''E' allarmante - afferma il vicepresidente vicario del gruppo Gal, Antonio Scavone - il quadro complessivo dei dati forniti dalla Fieg che denuncia negli ultimi 5 anni un calo di vendite in edicola del 27% per i quotidiani e del 29,4% per i periodici. E' calato il numero di stabilimenti di stampa dei quotidiani e i primi dati disponibili inducono a ritenere che il 2013 fara' registrare altri dati negativi con la conseguenza, gia' annunciata, di importanti dismissioni specie da parte dei gruppi di maggiore rilievo nazionale (Rcs e Mondadori su tutti). Tutto questo ha gia' avuto ovviamente conseguenze negative anche sui livelli occupazionali tanto che, rispetto all'anno precedente, nel 2012 i giornalisti sono diminuiti del 4,2% e i poligrafici del 6,7%''. Non solo: ''I dati confermano che i rapporti di lavoro dei giornalisti sono sempre piu' precari'' e che ''crescono in maniera esponenziale il ricorso agli ammortizzatori sociali e il numero dei pensionati che hanno lasciato in anticipo il lavoro''. A fronte di tutto questo, si legge nella mozione, ''con il 31 dicembre di quest'anno si deve considerare esaurito il fondo per l'editoria che ha consentito, attraverso il contributo dello Stato, la parziale copertura dei costi di produzione e la sopravvivenza di numerose testate''. Dunque, ''una situazione di cosi' grave crisi impone di studiare interventi immediati che siano in grado di produrre effetti a breve termine per rilanciare un settore cosi' strategico'' e la mozione presentata dal gruppo Gal Senato impegna l'Esecutivo ad ''adottare nel piu' breve possibile ogni misura idonea a sostenere e a rilanciare il settore dell'editoria con l'obiettivo di produrre effetti sia a breve termine, per risolvere le criticita' del momento, sia a medio e lungo termine, per incidere sulle difficolta' strutturali del settore''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4