mercoledì 18 gennaio | 19:20
pubblicato il 24/mag/2013 12:41

Editoria: Ceccherini, editori giochino in attacco e non in difesa

(ASCA) - Bagnaia (Si), 24 mag - ''Gli editori devono avere piu' visione e piu' coraggio, iniziando a giocare maggiormente in attacco e meno in difesa''. E' questo uno dei messaggi che il Presidente dell'Osservatorio Permanente Giovani-Editori, Andrea Ceccherini, ha lanciato nel corso della sua intervista in apertura dell'edizione 2013 di ''Crescere tra le righe', ottava edizione dell'evento che mette a confronto giovani, editori ed istituzioni. Rivolgendosi ''a chi fa uno dei mestieri piu' belli del mondo, come quello di produrre contenuti per l'informazione'', Ceccherini ha poi aggiunto che ''i problemi attuali non sono soltanto propri degli editori italiani.

Pero', nel mondo, ci sono imprenditori che hanno saputo rimboccarsi le maniche, che hanno avuto il coraggio di sperimentare. Solo cosi' sono stati in grado di passare da follower a leader, di trasformare questo periodo di crisi e discontinuita' tecnologica in opportunita'.

Esempi imprenditoriali di chi, invece che piangersi addosso, ha messo la qualita' dei contenuti davanti a tutto. Credo che gli editori fino a oggi abbiano fatto la loro parte.

Ma questo cammino e' lungo ed io vorrei gli editori piu' orgogliosi. Non abbiate paura, non siete soli. Provare un modello di business innovando e' un modo per trovare, sulla rete, il profitto che garantira' la qualita' dell'informazione.

Tanto piu' alta sara' la qualita', tanto piu' sarete liberi e la democrazia sara' al sicuro''.

In questo contesto, Ceccherini ha poi invitato i direttori dei grandi quotidiani nazionali a ''togliere la polvere dalle loro testate, ad essere loro stessi a spazzarla via prima che qualcun altro arrivi a spazzare via una mentalita' conservativa, che mette davanti a tutto immobilismo e mantenimento della posizione di privilegio''.

La conclusione della sua intervista - con Maria Concetta Mattei (Tg2) a porre le domande - Ceccherini l'ha voluta riservare ad una ''prima assoluta', invitando sul palco il direttore del New York Times, Jill Abramson, ed il direttore del Wall Street Journal, Gerard Baker: ''Due personaggi - ha concluso Ceccherini - che si sono sporcati le mani, mettendo sempre la qualita' in cima al loro modo di fare informazione''.

afe/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Scuola
Mattarella: scuole hanno ruolo fondamentale anche all'estero
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina