martedì 21 febbraio | 13:11
pubblicato il 27/mar/2014 20:01

Editoria: cdr Adn Kronos, nuovo sciopero dopo rottura trattative azienda

(ASCA) - Roma, 27 mar 2014 - Nuova giornata di sciopero, oggi da parte dei giornalisti dell'Agenzia Adnkronos e di Mak-Multimedia Adnkronos dopo la rottura, nella tarda serata di ieri, del tavolo di trattativa istituito presso la Fieg, a seguito della procedura di licenziamento collettivo di 20 giornalisti e 3 poligrafici avviata dall'editore Giuseppe Marra lo scorso 27 gennaio.

''Al tavolo - prosegue una nota dei cdr - l'azienda ha ancora una volta tentato una inaccettabile forzatura. E' stata usata l'arma di pressione dei licenziamenti per stravolgere istituti contrattuali, cancellare parti significative del reddito dei giornalisti e imporre a tappe forzate una nuova organizzazione del lavoro, sulla quale ai Cdr non e' ancora stata fornita alcuna indicazione.

L'azienda, inoltre, non fornisce indicazioni concrete riguardo ai progetti e alle prospettive di rilancio, che per il prossimo futuro mettano al riparo la redazione dal rischio di tagli occupazionali e nuovi e dolorosi sacrifici''.

''Nel corso della trattativa - si aggiunge - i Comitati di redazione, assistiti dalla Federazione nazionale della stampa italiana e dall'Associazione Stampa Romana, hanno mostrato la piu' ampia disponibilita' possibile ad accogliere le richieste dell'azienda, pur di scongiurare i licenziamenti.

L'azienda, che ha avviato la procedura di licenziamento collettivo con la legge 223/91, pur rivendicando di non essere in crisi e a poche settimane dal rinnovo della importante convenzione con la Presidenza del Consiglio, ha pero' deciso di respingere anche l'ultima possibilita' di accordo avanzata ieri''.

''L'Assemblea - conclude la nota - conferma la propria fiducia e il pieno sostegno ai Cdr e respinge ogni tentativo dell'azienda di dividere e condizionare la redazione e di screditare l'azione dei Comitati di redazione. L'assemblea conferma lo stato di agitazione, assegna ai Cdr un nuovo pacchetto di cinque giornate di sciopero, dopo i due pacchetti gia' assegnati e proclama l'astensione dal lavoro per i prossimi tre giorni, fino a domenica 30 marzo inclusa.

L'assemblea da' mandato ai Cdr di avviare, di concerto con la Fnsi e l'Associazione Stampa Romana, tutte le azioni legali a denuncia delle condotte antisindacali finora attuate dall'Azienda e da' mandato a predisporre tutte le azioni legali a tutela dei diritti collettivi e individuali dei giornalisti dell'Adnkronos''. Il documento e' stato approvato all'unanimita' dai partecipanti all'assemblea.

com

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia