venerdì 20 gennaio | 19:21
pubblicato il 14/feb/2013 17:44

Droga: Gasparri, vergogna Vendola. Vuole liberalizzarla

Droga: Gasparri, vergogna Vendola. Vuole liberalizzarla

(ASCA) - Roma, 14 feb - ''Inutile chiamare in causa la Corte Costituzionale. Vendola dica chiaramente che vuole liberalizzare l'uso della droga. Di fronte a certe questioni non e' possibile adottare mezze misure. Non esistono droghe leggere o droghe pesanti''. Lo dichiara il presidente del gruppo Pdl al Senato, Maurizio Gasparri. ''Come non e' possibile giocare sulla discriminante tra consumo pubblico e privato e men che meno per scopi terapeutici. Droga vuol dire morte - continua -. E le forze di tutti noi uomini impegnati in politica dovrebbero essere utilizzate per dire un chiaro no alla droga sempre e comunque. Vendola vuol solo cambiare la legge in vigore perche' vuole rendere libero il consumo di sostanze stupefacenti. E' una vergogna che non possiamo tollerare''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4