lunedì 05 dicembre | 20:05
pubblicato il 26/set/2012 08:41

Doria attacca: tagli a Comuni per coprire spesa militare-VideoDoc

Sindaco Genova: Governo tagli sprechi, non trasferimenti a Comuni

Doria attacca: tagli a Comuni per coprire spesa militare-VideoDoc

Genova, (askanews) - "In una situazione in cui si tagliano i trasferimenti agli enti locali, che non vengono dotati di un'adeguata autonomia, esistono ancora nel nostro Paese spese per il potenziamento dei nostri arsenali, per strumenti di guerra, che sono assolutamente ingiustificate nella condizione attuale". Lo ha dichiarato il sindaco di Genova, Marco Doria, durante la presentazione delle linee programmatiche della sua amministrazione. "Bisogna perseguire - ha concluso Doria - un'azione a 360 gradi contro gli sprechi, contro gli sperperi della politica anche se non sono rilevanti i costi della politica a livello degli enti comunali".

Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari