sabato 03 dicembre | 14:35
pubblicato il 04/nov/2015 19:07

Don Ciotti: "No al pizzo a Bagheria è un bel segnale"

"Questa è la strada da percorrere, è la vittoria dello Stato"

Don Ciotti: "No al pizzo a Bagheria è un bel segnale"

Roma, (askanews) - I commercianti di Bagheria che hanno deciso di ribellarsi al pizzo, portando all'arresto di 22 persone, hanno dato un segnale forte e importante nella lotta alla mafia e alla criminalità. Ne è convinto don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, associazione contro le mafie, intervenuto alla presentazione del cd "Radio DUEts Musica Libera" di Luca Barbarossa, che canta in duetto con tanti altri artisti, a sostegno di alcuni progetti di Libera.

"Certamente è positivo, un bel segnale. Ma a denunciare sono stati solamente tre, è una sottolineatura che deve essere colta, incoraggiata. Questa è la strada da percorrere, perchè è la vittoria dello Stato, delle Istituzioni, di quelle associazioni che ci sono e che sono fortemente presenti e che stanno accompagnando questo percorso".

Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari