venerdì 09 dicembre | 03:43
pubblicato il 12/set/2014 17:52

Domenica Papa sposa 20 coppie "normali" in vista sinodo ottobre

Anche conviventi e figli. All'altare con rispettivi papa' e mamme (ASCA) - Citta' del Vaticano, 12 set 2014 - In vista del sinodo straordinario sulla famiglia che si svolgera' in Vaticano ad ottobre, Papa Francesco domenica mattina sposera' venti coppie nella basilica di San Pietro.

"Quelle che si sposeranno domenica prossima sono coppie come tante", si legge in una nota del Vicariato, "con storie di fidanzamenti piu' o meno lunghi; c'e' chi e' gia' convivente, chi ha gia' figli, chi si e' conosciuto in parrocchia". "Non tutti sono assidui frequentatori di parrocchie e di movimenti ecclesiali", sottolinea l'Osservatore Romano. "Sono donne e uomini del nostro tempo, come dimostrano anche le loro professioni; giovani e meno giovani, con esperienze diverse alle spalle, ma accomunati dalla gioia di poter pronunciare le promesse coniugali sotto lo sguardo sorridente e paterno di Papa Francesco". Il quotidiano della Santa Sede accenna alla storia di alcune di queste coppie, sottolineando che "per i fiori d'arancio quasi tutti hanno dovuto spostare date gia' fissate da tempo": "Giulia e Flaviano, per esempio, hanno deciso di diventare moglie e marito nonostante la precarieta' occupazionale. Lui e' infatti una guardia giurata in cassa integrazione e lei lavora part-time in un fast food. Avevano gia' pubblicato le partecipazioni nella loro comunita' di san Gelasio I, ma quando il parroco don Giuseppe Raciti ha saputo della possibilita' offerta dal Pontefice ha scelto tre coppie, tra le quali, dopo una riunione di preghiera, sono stati estratti a sorte proprio loro due. Anche Alessandra e Francesco, disc jockey di origine calabrese, avevano "altri programmi": avrebbero dovuto convolare a nozze a fine settembre nel santuario romano di San Francesco di Paola, ovvero la chiesa di Sant'Andrea delle Fratte. Laura, impiegata, e Marco, ballerino, hanno dovuto addirittura spostare la prenotazione gia' fatta della sala ricevimenti, ma se non fosse stato possibile vi avrebbero persino rinunciato. Eppure proprio a un banchetto nuziale si erano conosciuti, salvo poi perdersi di vista, per ritrovarsi infine grazie ai social network".

E' la prima celebrazione pubblica del rito per Francesco, quattordici anni dopo quella presieduta da Giovanni Paolo II nell'ottobre del 2000 in occasione del Giubileo delle famiglie. Prima dell'inizio del sinodo, peraltro, il Pontefice argentino tornera' a gettare un faro sulle famiglie, incontrando anziani e nonni in piazza San Pietro domenica 28.

Domenica prossima la liturgia nella basilica di San Pietro iniziera' poco prima delle nove. Concelebreranno il cardinale vicario Agostino Vallini, l'arcivescovo Filippo Iannone, vicegerente e direttore del Centro per la pastorale familiare della diocesi di Roma, e una quarantina di sacerdoti amici degli sposi. I "promessi sposi" entreranno accompagnati dai genitori: i futuri mariti accanto alle rispettive mamme, le future mogli accanto ai rispettivi papa'.

Ska

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni