sabato 21 gennaio | 00:02
pubblicato il 15/feb/2014 12:00

Domani Sardegna al voto per il Governatore,rischio astensionismo

Il 50% degli elettori potrebbe disertare urne. Sfida a cinque

Domani Sardegna al voto per il Governatore,rischio astensionismo

Cagliari, 15 feb. (askanews) - Potrebbe essere l'astensionismo il vero vincitore delle elezioni per il nuovo governatore della Sardegna e il rinnovo del Consiglio Regionale che i sardi sceglieranno domenica. Stando agli ultimi sondaggi disponibili, quasi metà degli elettori sardi (complessivamente 1.479.286, di cui 754.490 donne e 724.796 uomini), potrebbe non recarsi alle urne domani, 16 febbraio, data fissata per la consultazione elettorale. Si vota in un'unica giornata: i seggi saranno aperti dalle 6.30 fino alle 22, mentre lo scrutinio avrà inizio lunedì mattina alle 7. A pesare, e molto, è la situazione di grave crisi economica e sociale che attanaglia l'isola. La disoccupazione è arrivata al 18 per cento contro il 12 per cento della media nazionale. Non basta: la fiducia dell'elettorato ha ricevuto un colpo mica da poco con l'inchiesta sull'utilizzo irregolare dei fondi dei gruppi in Consiglio Regionale che ha coinvolto molti esponenti politici regionali, compresa Francesca Barracciu, vincitrice delle primarie del centro-sinistra, poi costretta a lasciare il posto di candidato presidente all'economista Francesco Pigliaru. Cinque le coalizioni in lizza: quella di centrodestra, capeggiata dal governatore uscente Ugo Cappellacci, anche lui alle prese con guai giudiziari. Per il centro-sinistra correrà invece Francesco Pigliaru, economista, prorettore dell'Università di Cagliari, a capo di una coalizione di undici liste. Fin qui niente di diverso, sostanzialmente, rispetto al 2009. La novità è rappresentata dalla scrittrice Michela Murgia, candidata governatrice per una coalizione di tre liste, Sardegna Possibile, che punta a raccogliere il voto di chi non si sente rappresentato dai due schieramenti tradizionali e magari anche dell'elettorato del Movimento 5 Stelle che non parteciperà a queste elezioni sarde. Gli altri candidati sono l'ex fedelissimo di Silvio Berlusconi, Mauro Pili à(Unidos), àPier Franco Devias à(Fronte indipendentista Unidu) e àGigi Sanna à(Movimento Zona Franca). L'obiettivo per i contententi superare il 40 per cento dei consensi, un fatto che permetterà alla coalizione vincente di aggiudicarsi il 60 per cento dei seggi in Consiglio Regionale (complessivamente 60) e godere quindi di una maggioranza stabile. Qualora non si raggiungesse questa soglia, il rischio per il vincitore sarà quello di dover cercare il sostegno di altri partiti. Per i consiglio si utilizzerà il sistema proporzionale, per il presidente quello maggioritario. Le circoscrizioni regionali in cui è stato ripartito il territorio della Sardegna sono complessivamente otto:Cagliari, Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Sassari. Agli elettori verrà consegnata un'unica lista sia per il candidato governatore che per il Consiglio Regionale. Se l'elettore vota per una lista, il voto vale àanche per il candidato presidente collegato ed è possibile indicare un voto di preferenza. Possibile anche il voto disgiunto, ovvero votare un candidato presidente anche non collegato alla lista circoscrizionale scelta.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4