lunedì 05 dicembre | 17:37
pubblicato il 03/giu/2014 17:58

Dl scuola: Santerini (PI), bene anche apertura regolamentazione settore

(ASCA) - Roma, 3 giu 2014 - ''Il gruppo Per l'Italia giudica positivamente il decreto scuola, che stabilizza i dirigenti scolastici i cui concorsi sono stati annullati e permette di ripristinare il servizio di pulizia in molte scuole. Allo stesso tempo si giudica positivamente l'apertura a una nuova regolamentazione del settore con il passaggio a futuri concorsi gestiti dalla Scuola Nazionale dell'Amministrazione''. Lo ha affermato in Aula il capogruppo di Per l'Italia in commissione Cultura della Camera, Milena Santerini, durante le dichiarazioni di voto finale sul decreto presidi. ''Restiamo tuttavia convinti che intervenire sempre sull'emergenza non sia la soluzione migliore per il nostro sistema scolastico, anche se si tratta dell'assegnazione dei servizi. Auspichiamo dunque che questa sia l'ultima proroga e che si passi rapidamente a un'estensione della convenzione Consip per tutto il territorio nazionale'', conclude Santerini.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari