domenica 26 febbraio | 15:47
pubblicato il 03/giu/2014 18:04

Dl scuola: M5S, calendarizzare nostra proposta legge unico atto sensato

(ASCA) - Roma, 3 giu 2014 - ''Quello licenziato oggi e' un provvedimento con lacune, profili di incostituzionalita', e che non risolve i problemi ma, quantomeno, con la decisione di calendarizzare in sede referente la nostra pdl sui servizi di pulizia nelle scuole, il governo ha preso atto del fatto che l'esternalizzazione non e' piu' una via percorribile''. Cosi' il gruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera commenta l'approvazione del Dl Presidi e Pulizie, rispetto al quale ha dato voto contrario.

''Oggi in Aula abbiamo deciso di non fare ostruzionismo al provvedimento in ragione dell'accoglimento da parte dell'esecutivo di alcune nostre richieste, tra cui la calendarizzazione, gia' nel corso di questo mese, in commissione Cultura, della pdl a prima firma Maria Marzana sulla reinternalizzazione dei servizi di pulizia. Lo stesso sottosegretario all'Istruzione Roberto Reggi ha riconosciuto che il Governo e' propenso a trovare una soluzione rispetto a un modello che non e' piu' in grado ne' di garantire ne' la pulizia nelle scuole ne' la tutela dei lavoratori impegnati nel comparto. Noi ci siamo occupati della vicenda fin dal nostro ingresso in Parlamento e la soluzione che proponiamo e' la reinternalizzazione dei servizi, che per lo Stato non avra' costi superiori rispetto a quelli attuali e,contemporaneamente, l'inserimento dei lavoratori ex Lsu nelle graduatorie. Perquanto riguarda la questione dei concorsi per i dirigenti scolastici, quella di maggioranza e Governo e' una norma pasticciata, che prevede quote di riserva per soggetti che, costituzionalmente, non hanno diritto a essere inseriti in tale provvedimento, con la conseguente possibilita' di causare un conflitto rispetto alle sentenze della magistratura. E' lecito, dunque, muovere un rilievo di incostituzionalita'''. ''La nostra proposta prevedeva invece di garantire l'accesso al concorso solo a quanti avevano gia' svolto il ruolo di dirigente, cosi'da seguire le indicazioni che piu' volte la Corte Costituzionale ha indicato in casi analoghi'', concludono i deputati M5S.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech