martedì 24 gennaio | 21:17
pubblicato il 25/mag/2011 18:25

Dl omnibus/Aula Camera conclude esame odg, alle 20 voto finale

Scarseggiano deputati ma maggioranza tiene.Referendari in piazza

Dl omnibus/Aula Camera conclude esame odg, alle 20  voto finale

Roma, 25 mag. (askanews) - Si sono concluse a Montecitorio le votazioni sugli ordini del giorno al dl omnibus, che contiene fra l'altro la norma sullo stop a tempo alla costruzione di centrali nucleari che potrebbe far annullare la relativa consultazione referendaria già convocata per i prossimi 12 e 13 giugno, sul quale ieri il Governo ha ottenuto la fiducia chiesta alla Camera. L'aula ha faticato a riempirsi ma la maggioranza nelle votazioni sugli odg ha sempre tenuto. La seduta è stata ora sospesa. I lavori riprenderanno alle 18,30, con trasmissione in diretta tv sulla Rai. Il via libera definitivo al provvedimento, già approvato dal Senato, è previsto intorno alle 20. Fra gli iscritti a parlare in dichiarazione di voto a nome del proprio gruppo, figurano nei tempi per le opposizioni il presidente di Italia dei Valori Anronio Di Pietro e il presidente dei deputati Pd Dario Franceschini. Le votazioni sul dl omnibus sono seguite anche in piazza Montecitorio dove, dall'inizio dei lavori d'aula, è ripreso il presidio-sit in dei promotori dei quattro referendum su nucleare, acqua e legittimo impedimento che manifestano per chiedere più informazione in tv sulla consultazione di giugno e "contro lo scippo del diritto dei cittadini a esprimersi" che l'approvazione del dl omnibus, a loro giudizio, potrebbe comportare rispetto al nucleare. Una volta approvata dalla Camera, la legge passerà al Quirinale per la firma del Capo dello Stato. A seguire, incassata la promulgazione da parte del Colle, il testo delle nuove norme sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale e quindi entrerà ufficialmente in vigore. Da quel momento è l'ufficio centrale della Cassazione per i referendum che sarà chiamato rapidamente a prounciarsi per stabilire se le norme sullo stop al nucleare siano sufficienti o meno per dichiarare l'annullamento del referendum in materia. Trattandosi della materia più sensibile per i cittadini, tanto più dopo il disastro di Fukushima, la celebrazione o meno del referendum sul nucleare potrà avere influenza sul raggiungimento o meno del quorum (50% +1 degli aventi diritto) nella consultazione referendaria di giugno, anche in materia di acqua e legittimo impedimento.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
M5s
Grillo imbavaglia i suoi: parlate se autorizzati o andate via
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4