martedì 21 febbraio | 15:42
pubblicato il 27/feb/2014 15:07

Dl missioni: Manconi, bene attenzione governo su Sudan

Dl missioni: Manconi, bene attenzione governo su Sudan

(ASCA) - Roma, 27 feb 2014 - '''Non c'e' disimpegno da parte nostra, ma il ritiro degli osservatori italiani si deve a ragioni di sicurezza, lasciarli in quelle condizioni sarebbe pericoloso. Ora pero' dobbiamo trovare un modo diverso per intervenire in una realta' come il Sudan che merita la massima attenzione'. Questa la frase pronunciata dal ministro della Difesta, Roberta Pinotti, in Aula durante l'esame del decreto missioni''. Lo riferisce il presidente della commissione sui Diritti umani Luigi Manconi che ricorda l'interessamento del ministro degli Esteri Federica Mogherini sul Darfur, espresso ieri nell'Aula del Senato.

''Ieri, nel corso di un'audizione, sono state presentate - sottolinea Manconi - le immagini inedite di un video che testimonia le violazioni perpetrate in Sudan, dove e' in atto una feroce repressione da parte di forze militari governative contro civili. Occasione la presentazione del rapporto annuale sulle crisi umanitarie in quel paese africano, con particolare riferimento al Darfur e al Sud Kordofan''.

Quest'anno il dossier, reso pubblico nel giorno in cui ricorre l'anniversario dell'inizio della guerra in Darfur (26 febbraio 2003), realizzato da ''Italians for Darfur'', associazione capofila in Italia della campagna per i diritti umani in Sudan, in collaborazione con Unamid, la missione di peacekeeping 'Onu - Ua' dispiegata nella regione, e' stato corredato dalle immagini che testimoniano bombardamenti in varie aree del Sudan, in particolare sui Monti Nuba. Dall'audizione della presidente dell'associazione, Antonella Napoli, e dal portavoce del comunita' dei rifugiati del Darfur in Italia, e' emerso che a dieci anni di conflitto, dieci anni che hanno lasciato sul campo 300mila morti e oltre due milioni di sfollati in Darfur, non si profila nessuna soluzione al conflitto. Anzi, la situazione si e' aggravata perche' in Sudan si sono aperti altri fronti.

Tale evidenza aveva portato i membri della commissione a chiedere che venisse mantenuto l'impegno italiano nel paese con una presenza di unita' nella missione Unamid, la forza di peacekeepeng dispiegata nel paese.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia