martedì 24 gennaio | 16:37
pubblicato il 22/apr/2014 19:04

Dl lavoro: Damiano, Pd compatto e leale con il governo

(ASCA) - Roma, 22 apr 2014 - ''Gli emendamenti del PD al Decreto Lavoro sono stati proposti e sostenuti da tutti i parlamentari del partito della Commissione indipendentemente dalle correnti di appartenenza. Un PD unito ha chiesto di modificare il Decreto lavoro senza stravolgerlo, come richiesto dal Governo. Ai lavori di Commissione un rappresentante del Governo e' sempre stato presente ed ha espresso parere favorevole a tutti agli emendamenti che sono stati approvati. Al termine dei lavori della Commissione e dopo il voto di approvazione del Decreto, il ministro Poletti ha dichiarato che ''l'esame svolto dalla Commissione lavoro della Camera si e' concluso senza stravolgere il Decreto e rispettandone i contenuti fondamentali''. Questo chiarisce ulteriormente la nostra lealta' nei confronti dell'Esecutivo''. E' quanto dichiara in una nota Cesare Damiano, Pd, presidente della Commissione Lavoro della Camera.

''Nella riunione di maggioranza, alla presenza dei ministri Poletti e Boschi, che si e' svolta prima di mettere la fiducia, il Pd ha accettato, tramite il sottoscritto ed il capogruppo Roberto Speranza, le due ipotesi di mediazione proposte dal ministro Poletti. La prima, piu' larga, comprendeva quattro punti: la diminuzione delle proroghe da 5 a 4; la possibilita', da parte dell'imprenditore, di scegliere per l'apprendistato, tra formazione pubblica o privata (seguendo le indicazioni delle linee guida approvate dal Governo Letta); l'attenuazione della sanzione per le aziende che superano il tetto del 20 per cento dei contratti a termine ( da sanzione che prevede la trasformazione dei contratti eccedenti in contratti a tempo indeterminato a solo risarcimento pecuniario); l'indicazione nel ''preambolo'' del Decreto di un principio di valorizzazione del contratto di Inserimento a tempo indeterminato. Il ministro Poletti ha altresi' proposto una mediazione ''minima'', riferita soltanto agli ultimi due punti. Queste proposte, accettate dal Partito Democratico - conclude Damiano -, sono state respinte dal Ncd. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4