lunedì 05 dicembre | 18:18
pubblicato il 04/giu/2014 12:56

Dl Irpef: Gasparri, e' ingiustizia sociale no a quoziente familiare

Dl Irpef: Gasparri, e' ingiustizia sociale no a quoziente familiare

(ASCA) - Roma, 4 giu 2014 - ''Il governo dice no al quoziente familiare, cosi' che non ci sara' alcun vantaggio fiscale per le famiglie, ha in cantiere la tassa di successione, a giugno ci sara' la stangata Tasi, una vera patrimoniale, e si pensa a nuove imposte per le aziende. Non e' giustizia sociale. E' una vergogna. Questa e' la realta'. Renzi fa il ganzo ma gli italiani non sono scemi. E presto lo manderanno tutt'al piu' a fare da capocomico in tv''. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (FI). ''Se la Corte dei Conti denuncia l'eccessivo carico della pressione fiscale basandosi sulle tasse del 2013, cosa dovremo aspettarci l'anno prossimo quando si fara' un calcolo sulle tasse di Renzi? - aggiunge -. La stessa Corte denuncia gia' l'inutilita' del bonus Irpef, definendolo un surrogato che non serve a nulla. Prima Letta, poi Renzi. La sinistra al governo porta solo tasse''.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari