sabato 03 dicembre | 20:49
pubblicato il 25/lug/2013 12:00

Dl fare/ Al via voti odg, M5S continua ostruzionismo

"Votare anche se parere favorevole". Governo si rimette Aula

Dl fare/ Al via voti odg, M5S continua ostruzionismo

Roma, 25 lug. (askanews) - Al via nell'Aula della Camera le votazioni sugli ordini del giorno al decreto fare. E il M5s, dopo la discussione che si è prolungata per l'intera nottata e nella mattinata di oggi, non rinuncia al suo ostruzionismo. Gli esponenti grillini hanno infatti cominciato a chiedere che si votassero anche i testi su cui il governo aveva espresso parere favorevole. Una mossa che è stata letta come un ennesimo tentativo di dilatare i tempi tanto che Simone Baldelli del Pdl ha annunciato che, a fronte di questo atteggiamento, il partito avrebbe potuto cominciare a votare contro gli ordini del giorno a prescindere dal loro contenuto. E' quindi dovuto intervenire il governo che, con i sottosegretario Mauro De Vincenti prima e Paolo Baretta poi, ha spiegato che in caso di insistenza sulle votazioni l'esecutivo si sarebbe rimesso all'Aula. Posizione che ha provocato la reazione di Massimo Corsaro di Fratelli d'Italia. "Il governo con questo atteggiamento - ha affermato in Aula - ha semplicemente istituito il voto per ripicca".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, Renzi: brogli? Siamo seri, polemiche stanno a zero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari