martedì 28 febbraio | 14:16
pubblicato il 14/set/2013 13:12

Dl Fare 2: D'Alia, uniche norme per contratti termine nel decreto P.A.

Dl Fare 2: D'Alia, uniche norme per contratti termine nel decreto P.A.

(ASCA) - Roma, 14 set - ''Una stabilizzazione di massa per tutti i precari della Pa non e' nel novero delle cose possibili e sarebbe, in questo momento economico, un grave azzardo per il Paese. L'unica norma del governo che interviene sui contratti a termine e' quella gia' contenuta nel decreto sulla Pubblica Amministrazione, ora in sede di conversione, che prevede per i precari un percorso concorsuale per l'inserimento negli uffici pubblici, nell'ambito delle risorse gia' previste per le assunzioni e senza oneri aggiuntivi''. Lo precisa a Chianciano il ministro per la Pa e la Semplificazione Gianpiero D'Alia, con riferimento alla notizia riportata su un quotidiano nazionale secondo cui nel Decreto Fare 2 sarebbe prevista una stabilizzazione per i 350 mila precari della pubblica amministrazione.

com-ceg/vlm/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
SpaceX invierà due turisti spaziali attorno alla Luna a fine 2018
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech