mercoledì 18 gennaio | 07:23
pubblicato il 01/mar/2014 12:18

Dl Enti Locali: Marino, con Governo abbiamo definito le regole

Dl Enti Locali: Marino, con Governo abbiamo definito le regole

(ASCA) - Roma, 1 mar 2014 - ''Quello che abbiamo fatto in queste ore e in questi giorni lavorando con Palazzo Chigi e con il ministro dell'Economia e' definire delle regole. Io l'ho detto dall'inizio del mio mandato: non spendero' un euro che non ci sia. Siamo in una condizione in cui dobbiamo ancora pagare i terreni espropriati nel 1957 per costruire il Villaggio Olimpico.'' A dirlo il sindaco di Roma, Ignazio Marino, sottolineando a margine di una iniziativa che ''non si puo' governare Roma in questo modo. ''Abbiamo chiesto che vengano restituite ai cittadini romani dei soldi delle loro tasse che erano stati posti su un altro capitolo di spesa alcuni anni fa. Adesso vogliamo norme chiare per far tornare Roma sui binari di una sana e rigorosa amministrazione, nell'interesse non solo dei romani, ma di tutto il Paese, visto che questa e' la capitale d'Italia''.

bet/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa