giovedì 08 dicembre | 03:24
pubblicato il 09/lug/2014 19:27

Dl Cultura: Pd, punto di svolta. Gettate basi per politica industriale

(ASCA) - Roma, 9 lug 2014 - ''L'approvazione del decreto Franceschini fa segnare una vera e propria inversione di tendenza nelle politiche per il turismo in Italia. Siamo di fronte a un provvedimento che, per la prima volta, integra turismo e cultura, non prevede tagli bensi' incentivi e, soprattutto, getta le basi per un'organica politica industriale del settore turistico''. Lo dichiarano Gianluca Benamati, capogruppo Pd in commissione Attivita' produttive della Camera, ed Emma Petitti, componente della stessa commissione e relatrice del provvedimento.

''Grazie al grande lavoro collegiale svolto in commissione - spiegano Benamati e Petitti - abbiamo messo a punto una serie di misure di sistema che rappresentano altrettanti ottimi rimedi per contrastare la perdita di competitivita' a livello internazionale''.

''Il provvedimento - continuano Benamati e Petitti - e' pensato per incidere sui problemi che affliggono il settore turismo italiano agendo in diverse direzioni. Con il credito d'imposta del 30% per le spese sostenute fino a un massimo di 200 mila euro per interventi di riqualificazione e l'estensione di esso a tutte le spese di ristrutturazione edilizie e ad altre spese, le norme che incentivano la digitalizzazione, si punta a un adeguamento del tessuto ricettivo e alberghiero del Paese, con l'obiettivo di rilanciarlo. Attraverso una serie di interventi di semplificazione, si intende poi contrastare le pastoie burocratiche che ostacolano il lavoro delle 33mila imprese del settore ricettivo. Si cerca, infine, seguendo il modello francese, di abbattere il muro che ha sin qui separato il pubblico e il privato, agevolando il ruolo di quest'ultimo nella conservazione del patrimonio culturale''.

''Il decreto Franceschini e' un tassello fondamentale di una strategia piu' ampia, il cui obiettivo finale e' liberare tutte le potenzialita' del settore turistico del nostro Paese, in modo da risollevarlo e riportarlo a occupare la posizione di preminenza internazionale che si merita. La legge quadro sul turismo e il semestre europeo a presidenza italiana sono due ottime occasioni per portare a termine il lavoro iniziato oggi'', concludono Benamati e Petitti. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni