domenica 22 gennaio | 21:38
pubblicato il 09/lug/2014 19:27

Dl Cultura: Pd, punto di svolta. Gettate basi per politica industriale

(ASCA) - Roma, 9 lug 2014 - ''L'approvazione del decreto Franceschini fa segnare una vera e propria inversione di tendenza nelle politiche per il turismo in Italia. Siamo di fronte a un provvedimento che, per la prima volta, integra turismo e cultura, non prevede tagli bensi' incentivi e, soprattutto, getta le basi per un'organica politica industriale del settore turistico''. Lo dichiarano Gianluca Benamati, capogruppo Pd in commissione Attivita' produttive della Camera, ed Emma Petitti, componente della stessa commissione e relatrice del provvedimento.

''Grazie al grande lavoro collegiale svolto in commissione - spiegano Benamati e Petitti - abbiamo messo a punto una serie di misure di sistema che rappresentano altrettanti ottimi rimedi per contrastare la perdita di competitivita' a livello internazionale''.

''Il provvedimento - continuano Benamati e Petitti - e' pensato per incidere sui problemi che affliggono il settore turismo italiano agendo in diverse direzioni. Con il credito d'imposta del 30% per le spese sostenute fino a un massimo di 200 mila euro per interventi di riqualificazione e l'estensione di esso a tutte le spese di ristrutturazione edilizie e ad altre spese, le norme che incentivano la digitalizzazione, si punta a un adeguamento del tessuto ricettivo e alberghiero del Paese, con l'obiettivo di rilanciarlo. Attraverso una serie di interventi di semplificazione, si intende poi contrastare le pastoie burocratiche che ostacolano il lavoro delle 33mila imprese del settore ricettivo. Si cerca, infine, seguendo il modello francese, di abbattere il muro che ha sin qui separato il pubblico e il privato, agevolando il ruolo di quest'ultimo nella conservazione del patrimonio culturale''.

''Il decreto Franceschini e' un tassello fondamentale di una strategia piu' ampia, il cui obiettivo finale e' liberare tutte le potenzialita' del settore turistico del nostro Paese, in modo da risollevarlo e riportarlo a occupare la posizione di preminenza internazionale che si merita. La legge quadro sul turismo e il semestre europeo a presidenza italiana sono due ottime occasioni per portare a termine il lavoro iniziato oggi'', concludono Benamati e Petitti. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4