martedì 06 dicembre | 19:43
pubblicato il 23/mag/2013 13:35

Diritti tv: giudici, da Mediaset gestione del tutto incomprensibile

(ASCA) - Milano, 23 mag - Negli anni Mediaset si e' resa protagonista di una gestione dei diritti tv ''del tutto incomprensibile dal punto di vista societario''. Ne sono convinti i giudici della Corte d'appello di Milano che hanno confermato i 4 anni di condanna gia' inflitti a Silvio Berlusconi dal tribunale di primo grado. Il collegio presieduto da Alessandra Galli nelle motivazioni del verdetto d'appello evidenzia che ''non aveva alcun senso acquistare ad un determinato prezzo quel che si era gia' individuato acquistabile ed effettivamente acquistato ad un prezzo molto minore''. Il riferimento e' alle numerose societa' schermo che - stando all'ipotesi accusatoria - sarebbero servite a Berlusconi per far lievitare il prezzo dei diritti televisivi e cinematografici acquistati da Mediaset presso le principali majors statunitensi e, percio', a creare fondi neri all'estero per frodare il fisco italiano.

fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni