lunedì 20 febbraio | 08:01
pubblicato il 01/feb/2013 10:34

Diritti tv: Corte d'Appello vieta sedie e cellulari a giornalisti

(ASCA) - Milano, 1 feb - Cellulari proibiti e niente posti a sedere per i cronisti di giudiziaria che seguono il processo d'appello sui diritti tv a carico, tra gli altri, di Silvio Berlusconi. La presa di posizione della presidente del collegio, Alessandra Galli, ha come obiettivo quello di scongiurare il rischio di riprese televisive e scatti di fotografie, vietate in questo processo. Ma il risultato e' di mettere in difficolta' chi svolge il proprio lavoro di fare informazione: ''Divieto di ingresso - si legge in un cartello affisso fuori dall'aula - con apparati di registrazione audiovisivi e quindi anche con apparecchi telefonici muniti di tali funzioni''. A sorvegliare i giornalisti ci sono 7 carabinieri in aula, che hanno identificato un cronista televisivo cghe aveva scritto un sms in aula. Non e' invece chiaro per quale motivo l'area riservata alla stampa sia priva di panche e posti a sedere. fcz/cam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia