domenica 26 febbraio | 11:28
pubblicato il 08/mag/2013 19:36

Diritti Tv: confermata interdizione pubblici uffici a Berlusconi

(ASCA) - Milano, 8 mag - Nessun cambiamento nel processo d'appello sui diritti tv di Mediaset rispetto al verdetto di primo grado, emesso lo scorso 26 ottobre dal collegio presieduto da Edoardo d'Avossa. Oltre a confermare la condanna a 4 anni per frode fiscale a carico di Silvio Berlusconi, il collegio presieduto da Alessandra Galli (figlia del giudice istruttore Guido assassinato da Prima Linea nel 1980), non ha cambiato neppure le pene accessorie inflitte al leader Pdl: interdizione per 5 anni dai pubblici uffici e per 3 anni dagli incarichi societari.

Confermata anche la provvisionale di 10 milioni di euro che gli imputati dovranno versare in solido all'agenzia delle Entrate.

fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Lavoro
Renzi: ruolo Stato non è offrire reddito ma lavoro di cittadinanza
Pd
Orlando: mi candido per guidare il Pd, non contro qualcuno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech