lunedì 20 febbraio | 08:15
pubblicato il 04/giu/2016 14:04

Dijsselbloem attacca su flessibilità Ue. S&D: parole fuori luogo

Pittella: apre un inutile conflitto contro la Commissione europea

Dijsselbloem attacca su flessibilità Ue. S&D: parole fuori luogo

Roma, 4 giu. (askanews) - Il presidente dell'Eurogruppo Dijsselbloem attacca: "Troppa flessibilità rende l'Europa meno credibile". E arriva la replica dei Socialisti e Democratici al Parlamento europeo che col presidente del gruppo Gianni Pittella affermano: "Le parole di Dijsselbloem sulla flessibilità sono del tutto fuori luogo e aprono un conflitto istituzionale contro la Commissione europea inutile e deleterio".

"Nella valutazione dei bilanci nazionali la Commissione e il suo presidente Juncker - prosegue Pittella - hanno interpretato con rigore le regole di bilancio, evitando però di uccidere la ripresa in corso. Per noi Socialisti e Democratici europei la flessibilità di bilancio é una conquista irrinunciabile ed una delle ragioni del nostro sostegno alla Commissione. Nessuno riuscirà a riportare le lancette indietro, nemmeno Djisselbloeem che dovrebbe appartenere alla nostra famiglia politica".

"L'Europa - fanno eco i parlamentari europei Isabella De Monte, vice presidente della delegazione Pd, e Nicola Danti - non ha bisogno di ragionieri ma di politica. Grazie a Juncker proprio la politica è tornata protagonista a Bruxelles. Fa impressione che Jeroen Dijsselbloem, presidente dell'Eurogruppo, riproponga una ricetta di austerità. Il fallimento delle politiche di austerità è sotto gli occhi di tutti - sottolineano i due esponenti dem - con l'avanzare dei populismi in tutti i Paesi europei, ricchi e meno ricchi. La scelta di Juncker di invertire la rotta in favore della flessibilità è l'unico modo per dare speranza all'Europa e ai cittadini europei. Il presidente dell'Eurogruppo invece è un nostalgico di un passato fatto di rigore ma noi non possiamo più permetterci un paraocchi di fronte alle cause di una crisi economica e finanziaria che perdura in molti Paesi europei e crea sfiducia nella gente".

"E' davvero curioso - commenta Roberto Gualtieri, presidente della commissione per i problemi economici e monetari del Parlamento europeo - che Jeroen Dijsselbloem parli di perdita di credibilità della Commissione europea per aver applicato la flessibilità prevista dalle regole del Patto di stabilità. Al contrario, sono state proprio la rigida e parziale applicazione di quelle regole da parte della Commissione Barroso e la gravissima recessione che ne è seguita ad aver minato seriamente la credibilità del Patto di stabilità e crescita".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia