martedì 06 dicembre | 06:36
pubblicato il 04/giu/2016 14:04

Dijsselbloem attacca su flessibilità Ue. S&D: parole fuori luogo

Pittella: apre un inutile conflitto contro la Commissione europea

Dijsselbloem attacca su flessibilità Ue. S&D: parole fuori luogo

Roma, 4 giu. (askanews) - Il presidente dell'Eurogruppo Dijsselbloem attacca: "Troppa flessibilità rende l'Europa meno credibile". E arriva la replica dei Socialisti e Democratici al Parlamento europeo che col presidente del gruppo Gianni Pittella affermano: "Le parole di Dijsselbloem sulla flessibilità sono del tutto fuori luogo e aprono un conflitto istituzionale contro la Commissione europea inutile e deleterio".

"Nella valutazione dei bilanci nazionali la Commissione e il suo presidente Juncker - prosegue Pittella - hanno interpretato con rigore le regole di bilancio, evitando però di uccidere la ripresa in corso. Per noi Socialisti e Democratici europei la flessibilità di bilancio é una conquista irrinunciabile ed una delle ragioni del nostro sostegno alla Commissione. Nessuno riuscirà a riportare le lancette indietro, nemmeno Djisselbloeem che dovrebbe appartenere alla nostra famiglia politica".

"L'Europa - fanno eco i parlamentari europei Isabella De Monte, vice presidente della delegazione Pd, e Nicola Danti - non ha bisogno di ragionieri ma di politica. Grazie a Juncker proprio la politica è tornata protagonista a Bruxelles. Fa impressione che Jeroen Dijsselbloem, presidente dell'Eurogruppo, riproponga una ricetta di austerità. Il fallimento delle politiche di austerità è sotto gli occhi di tutti - sottolineano i due esponenti dem - con l'avanzare dei populismi in tutti i Paesi europei, ricchi e meno ricchi. La scelta di Juncker di invertire la rotta in favore della flessibilità è l'unico modo per dare speranza all'Europa e ai cittadini europei. Il presidente dell'Eurogruppo invece è un nostalgico di un passato fatto di rigore ma noi non possiamo più permetterci un paraocchi di fronte alle cause di una crisi economica e finanziaria che perdura in molti Paesi europei e crea sfiducia nella gente".

"E' davvero curioso - commenta Roberto Gualtieri, presidente della commissione per i problemi economici e monetari del Parlamento europeo - che Jeroen Dijsselbloem parli di perdita di credibilità della Commissione europea per aver applicato la flessibilità prevista dalle regole del Patto di stabilità. Al contrario, sono state proprio la rigida e parziale applicazione di quelle regole da parte della Commissione Barroso e la gravissima recessione che ne è seguita ad aver minato seriamente la credibilità del Patto di stabilità e crescita".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari