domenica 04 dicembre | 03:40
pubblicato il 17/ott/2013 13:31

Diffamazione: Pisicchio (Cd), messo fine ad anacronismo antidemocratico

Diffamazione: Pisicchio (Cd), messo fine ad anacronismo antidemocratico

(ASCA) - Roma, 17 ott - ''Mettiamo fine ad un anacronismo, quello della carcerazione per i giornalisti, che riecheggia culture incompatibili con la democrazia costituzionale''.

Cosi' in Aula il presidente del gruppo Misto, Pino Pisicchio, autore della prima proposta di legge di riforma della diffamazione, commenta l'approvazione del provvedimento che elimina la pena detentiva per i giornalisti. ''Certo, si poteva fare di piu' - aggiunge il vicepresidente di Centro Democratico - si poteva porre l'istituzione di un Giuri' d'onore per evitare la giurisdizionalizzazione dei contrasti tra giornalista e cittadino, cosi' come sarebbe stato utile approfondire i temi relativi all'uso delle nuove tecnologie della comunicazione.

Torneremo a porre il tema sul piano di una proposta organica. Oggi accontentiamoci di un passo''.

com-ceg/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari