domenica 22 gennaio | 13:44
pubblicato il 24/ott/2012 05:10

Diffamazione/ Ddl oggi in aula, termine per emendamenti alle 12

Gasparri: "Eliminare carcere non significa libertà di diffamare"

Diffamazione/ Ddl oggi in aula, termine per emendamenti alle 12

Roma, 24 ott. (askanews) - Il disegno di legge sulla diffamazione a mezzo stampa approderà nell'aula del Senato nella seduta di questa mattina. Il termine per la presentazione degli emendamenti è stato fissate alle ore 12. Lo ha deciso ieri la conferenza dei capigruppo di palazzo Madama. "Mi auguro che questo ddl possa essere approvato - ha commentato il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri al termine della riunione della capigruppo - tenendo presente che eliminare la sanzione del carcere per i giornalisti non significa sancire la libertà di diffamare". Quanto al dibattito sulle norme che dovrebbero riguardare anche i siti internet, "la commissione - ha osservato - si è orientata a una limitazione che riguarda i giornali che hanno edizioni in rete. Però la rimozione dei contenuti dalla Rete è un fatto importante: oggi si trova magari una rettifica su un giornale ma i contenuti diffamatori restano disponibili per sempre in tutto il mondo". Anche il Partito democratico è per l'approvazione del ddl sul reato di diffamazione a mezzo stampa, ma Anna Finocchiaro, capogruppo al Senato, ha messo le mani avanti in vista della seduta dell'aula: "Premesso che non ho parlato con i colleghi di gruppo e in questo caso parlo a titolo personale, io penso che questo testo vada corretto". "Centomila euro di pena pecuniaria - ha proseguito - sono una sanzione eccessiva. Non capisco perché solo per la diffamazione venga fissato un minimo per il risarcimento; e non mi convince la decurtazione dei fondi sull'editoria. Ma penso che la questione vada affrontata con equilibrio, di fronte alla libertà d'informazione c'è il diritto all'onore e alla dignità delle persone". "Non dobbiamo dimenticare - ha concluso Finocchiaro - che questo Paese ha conosciuto l'uso politico della diffamazione, con la creazione di notizie false da usare poi attraverso canali privilegiati: cito un caso per tutti, Telekom Serbia".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4