venerdì 09 dicembre | 09:15
pubblicato il 24/ott/2012 05:10

Diffamazione/ Ddl oggi in aula, termine per emendamenti alle 12

Gasparri: "Eliminare carcere non significa libertà di diffamare"

Diffamazione/ Ddl oggi in aula, termine per emendamenti alle 12

Roma, 24 ott. (askanews) - Il disegno di legge sulla diffamazione a mezzo stampa approderà nell'aula del Senato nella seduta di questa mattina. Il termine per la presentazione degli emendamenti è stato fissate alle ore 12. Lo ha deciso ieri la conferenza dei capigruppo di palazzo Madama. "Mi auguro che questo ddl possa essere approvato - ha commentato il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri al termine della riunione della capigruppo - tenendo presente che eliminare la sanzione del carcere per i giornalisti non significa sancire la libertà di diffamare". Quanto al dibattito sulle norme che dovrebbero riguardare anche i siti internet, "la commissione - ha osservato - si è orientata a una limitazione che riguarda i giornali che hanno edizioni in rete. Però la rimozione dei contenuti dalla Rete è un fatto importante: oggi si trova magari una rettifica su un giornale ma i contenuti diffamatori restano disponibili per sempre in tutto il mondo". Anche il Partito democratico è per l'approvazione del ddl sul reato di diffamazione a mezzo stampa, ma Anna Finocchiaro, capogruppo al Senato, ha messo le mani avanti in vista della seduta dell'aula: "Premesso che non ho parlato con i colleghi di gruppo e in questo caso parlo a titolo personale, io penso che questo testo vada corretto". "Centomila euro di pena pecuniaria - ha proseguito - sono una sanzione eccessiva. Non capisco perché solo per la diffamazione venga fissato un minimo per il risarcimento; e non mi convince la decurtazione dei fondi sull'editoria. Ma penso che la questione vada affrontata con equilibrio, di fronte alla libertà d'informazione c'è il diritto all'onore e alla dignità delle persone". "Non dobbiamo dimenticare - ha concluso Finocchiaro - che questo Paese ha conosciuto l'uso politico della diffamazione, con la creazione di notizie false da usare poi attraverso canali privilegiati: cito un caso per tutti, Telekom Serbia".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina