venerdì 09 dicembre | 21:05
pubblicato il 17/ott/2013 15:52

Diffamazione: Campana (Pd), mai piu' giornalisti in carcere

(ASCA) - Roma, 17 ott - ''Il nostro e' l'unico Paese dell'Unione Europea dove i giornalisti condannati per diffamazione possono finire in carcere. Pochi giorni fa, il giornalista calabrese Francesco Cangemi e' stato arrestato dopo una condanna a due anni di carcere. Per questo e' importante che l'Aula abbia iniziato l'esame della riforma della legge sulla stampa, gia' approvato a larga maggioranza in commissione Giustizia. Stiamo votando un testo che esclude la pena detentiva e alza le pene pecuniarie''. Cosi' in una nota, Micaela Campana, membro della Commissione Giustizia di Montecitorio. Si tratta di ''una riforma condivisa dai maggiori Direttori di testata che sono intervenuti in audizione, tutti concordi nel dire che e' necessario di un aggiornamento di una legge del 1948, quando lo sviluppo dei mezzi di informazione era ancora lontano. Non ci devono essere piu' casi come quello del 79 enne Francesco Cangemi'', ha concluso.

com-brm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina