mercoledì 22 febbraio | 03:01
pubblicato il 26/nov/2012 17:37

Diffamazione/ Bocciato articolo 1, ddl affondato

Schifani: Ora si passa a esame ddl su commissione costituente

Diffamazione/ Bocciato articolo 1, ddl affondato

Roma, 26 nov. (askanews) - Con 123 contrari, 9 astenuti e solo 29 voti a favore l'aula del Senato ha bocciato l'articolo 1 del ddl di iniziativa parlamentare di riforma del reato di diffamazione a mezzo stampa. Dopo l'annuncio del capogruppo Pdl Maurizio Gasparri, che ha deciso di chiedere al suo gruppo di non partecipare al voto, sono mancati i numeri per l'aprovazione del testo, sostenuto ormai ufficialmente solo dal Pdl e dalla Lega. Con la caduta dell'articolo 1 decade il resto della riforma, sulla quale si è a lungo combattuto sotto la spinta dell'urgenza dettata dalla condanna definitiva per questo reato a carico dell'attuale direttore del Giornale Alessandro Sallusti. Dopo il voto, il presidente del Senato Renato Schifani ha proposto all'aula, "apprezzate le circostanze", di sospendere la seduta per riprenderla entro dieci minuti passando all'esame di un altro provvedimento: quello sulla istituzione di una commissione costituente.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia