domenica 22 gennaio | 21:17
pubblicato il 17/apr/2014 14:06

Difesa: Pinotti, sulle dismissioni il Governo va di corsa

(ASCA) - Roma, 17 apr 2014 - Si e' svolta questa mattina la firma del Protocollo di Intesa per la razionalizzazione e la valorizzazione di otto immobili della Difesa nel Comune di Firenze. Nella biblioteca di Palazzo Esercito, il documento e' stato siglato dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti, dal Vice Sindaco di Firenze Dario Nardella e dal Direttore Generale dell'Agenzia del Demanio Stefano Scalera, alla presenza del Capo di Stato maggiore dell'Esercito, il gen.

Claudio Graziano.

''Questo e' un Governo che va di corsa - ha detto il Ministro Pinotti - il protocollo che oggi sigliamo ne e' una dimostrazione tangibile. Gli impegni che ci assumiamo li realizziamo: con un giorno di anticipo rispetto ai 15 che avevamo preventivato, da oggi si mette nelle disponibilita' del Comune di Firenze una parte significativa del territorio urbano''.

La firma del Protocollo di Intesa, infatti, segue la lettera di intenti siglata a Palazzo Vecchio dal Ministro Pinotti e dal Vice Sindaco Nardella appena il 3 aprile scorso. A tal proposito il Ministro Pinotti ha aggiunto: ''La Difesa intende procedere con grande rapidita' e determinazione sulla strada delle dismissioni di immobili non piu' in uso. Ma alle amministrazioni locali chiediamo uno sforzo analogo. Gli Enti locali dovranno seguire tempi altrettanto rapidi e definiti nella valorizzazione degli immobili e degli spazi che ora avranno a disposizione. Solo con la collaborazione di tutti sara' possibile chiudere quel circolo virtuoso, in grado di generare lavoro, ricchezza e crescita, che intendiamo avviare''.

Nell'occasione, inoltre, e' stato presentato il Generale di Divisione Antonio Caporotundo, Vice Ispettore Infrastrutture dell'Esercito Italiano, a cui e' stato affidato il compito di guidare la Task force fortemente voluta dal Ministro Pinotti.

''Questa struttura - ha concluso il Ministro - sara' operativa 12 ore al giorno e rappresentera' un interlocutore a completa disposizione delle amministrazioni interessate. La Task Force e' importante ma sappiamo che servono strumenti tecnici e normativi nuovi. Per questo oggi ringrazio anche l'Agenzia del Demanio, per la collaborazione dimostrata nello studio di soluzioni, affinche' tutti quei paletti incontrati sino ad oggi siano definitivamente rimossi''.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4