martedì 28 febbraio | 02:47
pubblicato il 10/giu/2014 12:59

Difesa: Pinotti, possiamo limare investimenti ma no a tagli di esercizio

(ASCA) - Roma, 10 giu 2014 - Il governo non lascera' sola la Marina militare, sempre piu' colpita dai tagli della spending review e nello stesso tempo impegnata in missioni come quella di Mare Nostrum. Ad assicurarlo e' stato stamane il ministro della difesa Roberta Pinotti che ha parlato nel corso della festa della Marina che si e' tenuta a Roma.

Per quanto riguarda le spese del bilancio delle forze armate, la Pinotti ha chiarito che ''possiamo limare gli investimenti ma occorre dire un 'no' ai tagli di esercizio'' e che va ''rimessa nella disponibilita' le parti economiche bloccare dalla Ragioneria''.

Parlando di un caso specifico, come quello riguardante Mare Nostrum, il ministro ha poi aggiunto che dal punto di vista economico la Marina non ce la fa piu'. ''Quindi - ha ripetuto - dovremo inserire nel Decreto missioni le spese per Mare nostrum perche' se deve continuare oltre l'emergenza, deve seguire una sua congruita'''.

gc/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech