lunedì 05 dicembre | 03:42
pubblicato il 04/dic/2013 12:29

Difesa: personale, nel 2014 obiettivo 175.900 unita' e 9,4 mld di spesa

ASCA) - Roma, 4 dic - Per il 2014 le previsioni di spesa del ministero della Difesa per il personale militare e civile ammontano a 9.477,1 mln di euro - circa 206 mln in meno rispetto al 2013 - di cui 8.394,2 mln per i militari e 1.082,9 mln per i civili. Il dato e' riportato nella ''Nota aggiuntiva allo stato di previsione per la Difesa per l'anno 2014'' trasmessa al Parlamento dal ministro della Difesa Mario Mauro. Il volume di spesa per il personale militare - indicato all'interno della Funzione difesa accanto alle spese per l'esercizio e l'investimento - riflette l'obiettivo di arrivare nel 2014 a un totale di 175.900 unita' di personale (1.400 in meno rispetto al 2013), in linea con il processo di graduale riduzione dell'organico previsto sia dalla spending review che dalla revisione dello strumento militare che punta a un volume complessivo di 170.000 unita' entro il primo gennaio 2016. La diminuzione complessiva di 1.400 unita' e' il risultato delle riduzioni apportate ad alcune categorie (meno 289 ufficiali, meno 1.850 marescialli, meno 1.841 volontari in ferma prefissata) e degli incrementi rivelati in altre categorie, come quella dei sergenti (+502), dei volontari in servizio permanente (+2.684) e degli allievi (+14) ''da ascrivere - si spiega nel documento - alle dinamiche di transito tra ruoli nell'evoluzione degli organici previsti fino al 1* gennaio 2021 (cd modello professionale)'', quando si dovra' raggiungere per ciascuna categoria l'entita' organica prestabilita.

Compatibilmente con le risorse disponibili, il ministero intende, per il personale militare, elevare anche in chiave interforze e multinazionale il livello ''culturale e addestrativo'' del personale; limitare ai soli casi motivati da effettive esigenze i richiami in servizio di ufficiali, sottufficiali graduati di truppa e volontari di truppa a tempo determinato; ''promuovere, per quanto possibile, il benessere del personale, con particolare riferimento ai settori previdenziale e abitativo''; agevolare l'inserimento nel modo del lavoro civile dei volontari congedati. lcp/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari