domenica 26 febbraio | 10:04
pubblicato il 03/lug/2013 18:18

Difesa: Di Maio (M5S), Parlamento puo' porre veti

Difesa: Di Maio (M5S), Parlamento puo' porre veti

(ASCA) - Roma, 3 lug - Il vice presidente della Camera, Luigi Di Maio (M5S) esprime in una nota ''forte preoccupazione'' per l'atteggiamento assunto dal Consiglio Supremo di Difesa, che nel comunicato emesso al termine della riunione al Quiirnale rileva, fra l'altro, come il Parlamento non avrebbe ''un diritto di veto su decisioni operative'' in materia di difesa. Il vicepresidente della Camera sostiene che ''il Parlamento puo', senz'altro, porre veti. Infatti, relativamente al programma F35, la Camera, lo scorso 26 giugno, con una mozione dichiarata ammissibile dalla Presidenza, ha impegnato il Governo 'a non procedere a nessuna fase di ulteriore acquisizione senza che il Parlamento si sia espresso nel merito ai sensi dell'art. 4 della legge 31 dicembre 2012, n.244'''. Di Maio, conclude la nota, si porra' ''sempre a difesa delle prerogative del Parlamento''.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech